Giornata mondiale del caffè: caffè gratis per chi scrive una poesia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un caffè nero bollente? A quest’ora è proprio quello che ci vuole! E per dare omaggio a questa piacevole pausa quotidiana ricorre oggi la Giornata mondiale del caffè, celebrato per l’occasione come puro momento di convivialità attorno a una tazzina.

Un mix perfetto di intimità e condivisione tutto racchiuso in una piccola tazza: che sia lungo o macchiato, americano o corretto, il caffè è la ciliegina sulla torta, la parte che mancava, un desiderio fumante, e lo sanno non soltanto il 95% degli italiani che il caffè lo prendono tutti i giorni e più volte al giorno, ma gli abitanti di ogni angolo del mondo.

È da questa concezione del caffè come vera condivisione che ci fa sedere intorno a un tavolo che nasce la bella iniziativa, giunta al quarto anno di vita, del “Meet with a Poem” lanciata da Julius Meinl, la storica azienda familiare austriaca di torrefazione che da più di un secolo si fa ambasciatrice nel mondo della cultura e della caffetteria.

Un po’ al contrario della Giornata internazionale della Poesia quando, lo scorso marzo a Roma, si offrivano stralci di poesie gratis in cambio di caffè o cornetto, nei locali aderenti all’evento – a partire da Vienna – sarà possibile ricevere gratuitamente un tè o un caffè in cambio di una poesia scritta in compagnia dei propri amici e ispirata al caffè. Un invito a lasciare da parte i telefonini cui hanno aderito oltre 25 Paesi, raccogliendo la partecipazione di centinaia di bar e caffetterie.

Per scoprire i luoghi che offrono caffè in cambio di poesia è possibile consultare qui la mappa. In Italia si trovano in circa 10 città, più o meno concentrate al Nord.

Meet with a Poem

La petizione

Per sensibilizzare gli amanti del caffè e tutta l’opinione pubblica, l’International Coffee Organization (Ico) lancia online la petizione #coffeepledge, per invitare tutti coloro che hanno a cuore le sorti del settore del caffè a firmare una petizione a sostegno di un “living income”, che garantisca introiti dignitosi per i produttori, colpiti da una delle crisi più pesanti con quotazioni del raccolto anche del 30% inferiori ai listini degli ultimi 15 anni.

La petizione può essere sottoscritta a questo qui.

In occasione dell’edizione 2019, infine, l’Ico ha realizzato anche un video che vuole essere un inno alla Giornata mondiale del caffè. Girato a Kibuye, in Ruanda, si ispira ai colori, alla vita, ai sorrisi e ai suoni legati alla sua produzione:

Leggi anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Repubblica di San Marino

Repubblica di San Marino: il turismo slow e green che non ti aspetti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook