Come vestirsi per andare in montagna: trucchi, consigli e accessori indispensabili

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Passeggiare in montagna ci permette di respirare aria pura, camminare tra rocce, boschi, ruscelli e ammirare panorami mozzafiato. Per godere di tutte queste meraviglie è fondamentale portare con noi i vestiti e l’attrezzatura giusta, che si adattino alla variabilità del tempo tipica della montagna e che possibilmente siano anche attenti all’ambiente.

Dall’alto della montagna tu puoi vedere come sia grande il mondo, e come siano ampi gli orizzonti” scriveva Paulo Coelho. E chi vive la montagna sa quanto questo sia vero.

Il contatto con la natura è in grado di rigenerarci e ricaricarci di energia ma, soprattutto se non siamo abituati a trascorrere spesso vacanze in montagna, potremmo sottovalutare la necessità di portare con noi una serie di capi tecnici e accessori indispensabili per goderci al meglio le nostre passeggiate tra i monti.

Attrezzatura tecnica

great escapes

Innanzitutto è fondamentale vestirsi a strati, spesso il clima in montagna è particolarmente variabile. Si passa in breve tempo da una giornata assolata ad una nuvolosa o addirittura piovosa, e non bisogna mai sottovalutare il fatto che si potrebbe alzare un forte vento.

La prima cosa di cui dobbiamo preoccuparci, dunque, è avere dei capi d’abbigliamento il più possibile tecnici ma allo stesso tempo anche comodi e confortevoli.

Essenziale una buona maglia termica (soprattutto se non è piena estate e abbiamo intenzione di andare in alta quota), dei pantaloni o short, un pile leggero e una giacca a vento impermeabile. Fondamentale, ovviamente, anche indossare gli scarponcini da trekking, soprattutto se avete intenzione di passeggiare su sentieri sassosi o scivolosi.

Per quanto riguarda i pantaloni, la scelta migliore è senza dubbio quella di indossare il modello con la gamba staccabile che permette di essere utilizzato, a seconda delle esigenze, in modalità lunga o corta, cambiandola anche nel corso della stessa giornata (basta tenere la parte dei pantaloni che non si utilizza sempre con sé nello zaino).

Tutti questi capi, però, devono essere di buona qualità: non solo pratici da utilizzare ma anche realizzati con materiali che risultino allo stesso tempo leggeri ma caldi, impermeabili e in grado di asciugarsi facilmente.

L’importanza di scegliere capi per la montagna eco-sostenibili

Dato che anche la montagna, come tutto il Pianeta, sta soffrendo per l’inquinamento generato dall’uomo, è bene scegliere di acquistare capi prodotti da aziende attente all’ambiente e che si stanno impegnando ad utilizzare materiali più sostenibili (ottenuti ad esempio dal riciclo della plastica).

Tra queste spicca Great Escapes che ha una ricca collezione di prodotti pensati per la montagna green ed eco-sostenibili, un’azienda che si è posta tra l’altro un obiettivo importante: realizzare tutti i suoi capi con materiali riciclati entro il 2022.

Tra le sue proposte più interessanti vi è il pantalone o short elasticizzato ergonomico, realizzato in un tessuto leggerissimo (solo 135 gr/mq2) ottenuto dal riciclo delle bottiglie di plastica. Questo si trova disponibile in ben 4 modelli: pantalone lungo, pantalone con gamba staccabile che diventa uno short, bermuda e short, in versione sia da uomo che da donna.

Tra i “must have” per la montagna c’è poi il pile leggero che nel caso della proposta di Great Escape è ottenuto, proprio come il pantalone, dal riciclo delle bottiglie di plastica. La sua particolarità è di essere pratico e leggero (pesa 190 gr mq2) ma allo stesso tempo caldissimo, un vero vantaggio in montagna, soprattutto per chi fa lunghe camminate. Si tratta quindi di un pile tecnico che facilita la tenuta al calore, garantendo però contemporaneamente una corretta traspirabilità.

Indossato offre poi un’ottima vestibilità grazie alla presenza del tessuto bielastico leggero inserito sui fianchi e nell’interno manica che lo rende particolarmente adattabile e confortevole. Considerate inoltre che, dopo averlo lavato, non è necessario neppure stirarlo: un’ottima notizia per l’ambiente e per il nostro portafoglio, dato che si evita di utilizzare energia.

Se vi è venuta un’improvvisa voglia di fare (appena possibile) una bella passeggiata in montagna, ricordatevi di scegliere capi che facciano stare bene non solo voi ma anche l’ambiente.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook