boggy22/123rf

L’inaspettato svantaggio per la salute di camminare con il tuo partner (soprattutto mano nella mano)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se volete dimagrire o mantenere una buona forma fisica, meglio non camminare mano nella mano con il vostro partner. Parola di scienziati, secondo cui andare a passeggio con la propria metà porta a procedere più lentamente. Troppo lentamente, tanto che non ne varrebbe la pena in termini di salute e di benessere fisico.

Ad affermarlo è una ricerca della Purdue University, pubblicata sulla rivista Gait & Posture. Lo studio ha esaminato i tempi di percorrenza e le velocità di andatura di più di 140 persone parte di 72 coppie, tutti di età compresa tra i 25 e i 79 anni.

Leggi anche: Camminare: no, non è vero che bisogna fare almeno 10mila passi al giorno

I partecipanti sono stati invitati a camminare su diversi contesti, inclusi percorsi ricchi di ostacoli, sia individualmente che in coppia.

Speravamo – dice una delle autrici della ricerca, Libby Richards – che non ci sarebbe stata una riduzione della velocità alla quale i partner camminavano insieme. Auspicavamo che i più lenti avrebbero accelerato per eguagliare i più veloci, ma non è stato così. Tuttavia, è importante notare che qualsiasi attività fisica o camminata, indipendentemente dalla velocità, è meglio di niente”.

Secondo i risultati, insomma, camminare in due mano nella mano rallenta oltremodo e i benefici di una bella passeggiata vanno in fumo. Inoltre, le persone tendono a rallentare l’andatura quando invecchiano. Per questo, nonostante camminare sia una delle attività più facili, gli autori dello studio consigliano con il passare degli anni di trovare altre forme di fitness per rimanere attivi.

Tuttavia, come ha precisato Shirley Rietdyk, tra i ricercatori che hanno condotto lo studio, “la camminata lenta non va intesa come un aspetto inevitabile dell’invecchiamento. Gli anziani che camminano più lentamente tendono ad avere una salute peggiore”.

In ogni caso, meglio di niente! Qalsiasi attività fisica o camminata, indipendentemente dalla velocità, è meglio che stare in panciolle sul divano!

Fonte: Purdue University

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Consorzio del Prosecco

Salvaguardia della biodiversità e superfici destinate a siepi e boschetti: il contributo del Consorzio del Prosecco

eBay

Dall’iPhone al Samsung, i migliori smartphone da acquistare ricondizionati

eBay

Come scegliere la migliore piscina fuori terra per giardino o terrazzo

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook