Cosa succede al tuo corpo camminando anche solo 10 minuti al giorno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Oggi è la giornata mondiale della passeggiata. Non dobbiamo per forza camminare per molti chilometri, anche fare passeggiate brevi ma a passo veloce può garantirci diversi benefici: migliorare la circolazione, alleviare l’ansia, favorire la concentrazione o la creatività e addirittura allungarci la vita! A dirlo alcuni studi.

Camminare è uno degli allenamenti più semplici ma efficaci per mantenerci in buona salute. Come abbiamo già detto in un precedente articolo, non è necessario neppure fare 10mila passi come spesso erroneamente si crede. (Leggi: Camminare: no, non è vero che bisogna fare almeno 10mila passi al giorno).

Anche passeggiate molto più brevi, infatti, offrono tanti vantaggi e non sono assolutamente da svalutare, considerando che magari alcuni di noi non riescono proprio (per diversi motivi) a dedicare più tempo a questa pratica salutare.

Naturalmente se si cammina per soli 10-15 minuti ogni giorno sarebbe importante integrare le passeggiate con altre tipologie di attività fisica, quando possibile. 

Ma vediamo ora cosa succede al corpo camminando per soli 10-15 minuti.

Si abbassa il livello di zucchero nel sangue

Questo è particolarmente vero se si esce per una passeggiata dopo aver consumato un pasto abbondante. Secondo uno studio condotto su persone che soffrono di diabete di tipo 2, pubblicato su Diabetologia, una passeggiata di 10 minuti dopo aver mangiato aiuta concretamente ad abbassare i livelli di zucchero nel sangue.  

Migliora la circolazione sanguigna

Secondo un articolo pubblicato su Prevention, camminare per soli 10 minuti al giorno può fare miracoli per la circolazione sanguigna.

“Sei ore seduti [ogni giorno] limitano il flusso sanguigno alle gambe, il che può aumentare il rischio di malattie arteriose, un precursore di infarto o ictus. Solo 10 minuti di camminata possono proteggerti”, scrivono gli esperti americani.

Aumenta la concentrazione

Uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas) ha richiesto ai partecipanti di eseguire diversi esercizi, tra cui una passeggiata veloce di 10 minuti. Si è scoperto così che questo singolo breve esercizio era particolarmente utile al cervello. I partecipanti hanno infatti immediatamente mostrato prestazioni di memoria molto migliori e maggiore concentrazione sui test cognitivi. 

Riduce il rischio di morte del 15%

Un vantaggio non da poco di una breve ma decisa camminata è quello di ridurre il rischio di morte del 15%.  Le principali autorità sanitarie della Public Health England (PHE) e del Royal College of General Practitioners affermano che camminare velocemente per 10 minuti ogni giorno (dove per veloce si intende una passeggiata in cui si riesce a parlare ma non a cantare) “può ridurre il rischio di morte prematura del 15%”.

Ma ci sono diversi studi che confermano i benefici sulla longevità del camminare.

Acquisisce vigore e fiducia

Chi ha bisogno di acquisire un po’ più di vigore e fiducia in se stesso può fare una breve passeggiata a passo svelto. A rivelare questi benefici è stato uno studio pubblicato qualche anno fa sulla rivista Emotion che ha evidenziato come, rispetto allo stare seduti, camminare per soli 12 minuti alla volta porta a una migliore attenzione, fiducia in se stessi oltre a favorire sentimenti di vigore e giovialità.  

Brucia più calorie

Se pesi 60 chili e cammini a passo veloce per 10 minuti brucerai circa 50 calorie. Camminare solo una volta al giorno per una settimana permetterebbe di bruciare 350 calorie ma ovviamente, se facciamo più passeggiate brevi quotidianamente – ipotizziamo 3 camminate da 10 minuti – possiamo bruciare 1050 calorie a settimana. Un contributo importante se il nostro obiettivo è tornare o mantenerci in forma, ovviamente associandovi anche una corretta alimentazione.

Allevia e previene il dolore lombare

Camminare è un ottimo sistema anche per prevenire o alleviare il mal di schiena. Questo soprattutto se il problema è dovuto alla troppa sedentarietà. Passeggiare, infatti, elimina alcuni degli effetti negativi dello stare seduti e allo stesso tempo allunga i muscoli tesi e rafforza i muscoli deboli che causano il mal di schiena.

“Camminare, anche per brevi periodi di tempo, è molto efficace nel ridurre e persino eliminare il dolore lombare. Il muscolo ileopsoas contratto è una causa comune di dolore lombare e il solo alzarsi da una posizione seduta e iniziare a camminare allunga questi muscoli” ha dichiarato il dottor Peter J. Scordilis, medico sportivo chiropratico certificato presso la Scordilis Family Chiropractic.

Riduce ansia e depressione

Rimanere attivi riduce le possibilità di sentirsi ansiosi, depressi o tesi. Le passeggiate regolari, soprattutto quelle all’aperto, portano reali miglioramenti in questo senso. Molti studi scientifici hanno dimostrato che camminare può aiutare a prevenire e curare l’ansia e la depressione, risollevando l’umore generale.

Leggi anche: Cammina ogni giorno, non sottovalutare il potere terapeutico di una passeggiata

Dorme meglio

Il dottor Michael Mosley raccomanda le passeggiate mattutine per i loro numerosi benefici. È un ottimo modo per iniziare la giornata, migliorare l’umore e preparare il corpo a un buon riposo notturno. In un podcast l’esperto ha dichiarato:

“La luce porta avanti il ​​tuo orologio biologico. Quindi la sera, quando vuoi andare a dormire, il tuo corpo è pronto per questo. Se stai lottando per dormire la notte, potrebbe essere che non stai ricevendo abbastanza luce intensa al mattino”.

Più creativo

I ricercatori della Stanford University consigliano di fare brainstorming durante una passeggiata di 15-20 minuti, mentre si cammina infatti si generano il doppio delle idee rispetto a quando si sta seduti alla scrivania.

Combatte la voglia di dolci

Chi immaginava che una passeggiata di 15 minuti potesse anche aiutare a frenare le voglie dei più golosi? Uno studio ha scoperto che passeggiate brevi e vivaci possono diminuire la voglia di cioccolato e ridurre la quantità di questo alimento consumata in situazioni di stress.

Leggi tutti i nostri articoli sui vantaggi e i benefici di camminare.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook