jogging elisir lunga vita

Correte gente... correte! Fare jogging con regolarità regala 6 anni di vita in più! Secondo i dati emersi dal "Copenhagen City Heart Study", presentato alla riunione EuroPRevent 2012, correre nel parco tutti i giorni, senza fare un eccessivo sforzo fisico, aiuta a mantenersi in salute e vivere più a lungo. L'attività fisica, e il jogging in particolare, regala infatti circa 6,2 anni in più agli uomini e 5,6 anni in più alle donne, per una media di circa 6 anni. Insomma, un vero e proprio elisir di lunga vita!

Secondo quanto riferito da Peter Schnohr, cardiologo a capo del Copenhagen City Heart Study, lo studio evidenzia che correre tra un'ora e due ore e mezzo a settimana, a un ritmo lento o medio (senza troppi sforzi) allunga la vita!

L'incontro EuroPRevent 2012, in corso a Dublino, è stato organizzato dall'Associazione europea per la prevenzione e riabilitazione cardiovascolare (Eacpr) della Società europea di cardiologia (Esc): l'occasione ideale per dimostrare ancora una volta come il movimento – se effettuato con regolarità – possa essere un vero toccasana!

"I risultati della nostra ricerca – ha commentato Schnohr - ci permettono di rispondere definitivamente alla domanda se il jogging faccia bene alla salute. Ora possiamo dire con certezza che correre in modo regolare aumenta la longevità. E la buona notizia è che in realtà non è necessario faticare troppo per raccogliere i frutti".

Negli ultimi quaranta anni, il jogging è stato spesso additato come pericoloso, a causa dei numerosi casi di anziani deceduti in pista, ma lo studio di Copenhagen – che è iniziato nel 1976, coinvolgendo circa 20.000 uomini e donne di tra i 20 e i 93 anni – ha dimostrato che i decessi registrati nel corso degli anni non sono dovuti all'attività fisica, ma ad altre cause, come cattive abitudini alimentari, attività fisica troppo dura e intensa, o abuso di alcool.

In particolare, per l'analisi sul jogging, sono stati esaminati i dati sulla mortalità e sulle abitudini di allenamento di 1.116 uomini e 762 donne, confrontando i dati con la popolazione generale che non pratica la corsa: i primi dati sono stati raccolti tra il 1976 e il 1978, i secondi dal 1981 al 1983, i terzi dal 1991 al 1994, e gli ultimi dal 2001 al 2003.

Risultato?

Il rischio di morte è stato ridotto in media del 44% per i corridori maschi e femmine e altri test hanno confermato che gli amanti del jogging si regalano qualche anno di vita in più rispetto a chi non fa attività fisica.

Ma cosa si intende per corsa leggera o a ritmo moderato?

L'ideale è sentirsi solo un po' affannati evitando di eccedere nella velocità e di correre a perdifiato fino a sentirsi sfiniti. In questo modo, potremo migliorare l'assorbimento di ossigeno, aumentare la sensibilità all'insulina, abbassare i trigliceridi, la pressione, la fluidità del sangue, migliorare la funzione cardiaca, la densità ossea e le difese immunitarie, ridurre le infiammazioni, prevenire l'obesità e migliorare il nostro benessere psicologico!

Siete tutti pronti per una corsetta primaverile?

Verdiana Amorosi

Leggi anche: 5000 passi al giorno per vivere di più

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog