scarpe basculanti mbt

Mal di schiena, quale suola scegliere? Le scarpe basculanti, anche note come scarpe a gondola, si sono diffuse negli ultimi anni tra gli sportivi, e non solo. Tra le promesse per chi sceglie di indossarle troviamo il miglioramento della postura, l'incremento dell'attività muscolare e la riduzione del dolore lombare. Secondo uno studio recente, le note scarpe sarebbero pressocché inefficaci proprio contro i dolori che interessano la parte bassa della schiena.

Lo studio in questione porta il titolo di "Effectiveness of Rocker Sole Shoes in the Management of Chronic Low Back Pain: A Randomized Clinical Trial" ed è stato pubblicato dalla rivista scientifica Spine. Secondo i ricercatori, le scarpe basculanti non apportano particolari benefici in caso di mal di schiena e dolori lombari. Sceglierle sarebbe equivalente ad indossare delle normali scarpe da ginnastica. In alcuni casi potrebbero presentare effetti peggiori rispetto alle scarpe sportive con la suola piatta.

Lo studio in questione è stato condotto dal dottor Sian MacRae ed è stato commissionato dalla compagnia di produzione delle scarpe basculanti originali, ideate in Svizzera: le MBT (acronimo di Masai Barefoot Technology). Secondo le ricerche condotte in proposito, i pazienti che soffrivano di dolori alla parte bassa della schiena non hanno avvertito differenze sostanziali nell'indossare le MBT o normali scarpe sportive di qualità, dal punto di vista del livello del dolore stesso.

I pazienti con dolori alla schiena che si aggravavano camminando o stando in piedi e a cui era stato richiesto di indossare delle normali scarpe da ginnastica, hanno riportato livelli di disabilità inferiori, dopo un anno, rispetto a coloro che avevano indossato le scarpe basculanti.

Allo studio hanno preso parte 115 soggetti che soffrivano di dolori cronici alla parte bassa della schiena. I volontari sono stati suddivisi in due gruppi. Il primo gruppo doveva indossare scarpe da ginnastica con la suola piatta, mentre al secondo gruppo erano state assegnate le scarpe basculanti. Ognuno doveva indossare le rispettiva scarpe per due ore al giorno e per un periodo iniziale di allenamento della durata di 4 settimane.

I ricercatori hanno chiesto ai pazienti di rispondere ai quesiti del Roland Morris Disability Questionnaire e si sono basati sulla valutazione del dolore per comprendere le condizioni di salute dei pazienti a distanza di sei settimane, sei mesi e un anno. I pazienti che avevano indossato le scarpe basculanti hanno indicato una riduzione di 3.1 punti sulla valutazione della disabilità, mentre coloro che avevano indossato le scarpe da ginnastica con suola piatta avevano riportato un valore superiore, pari a 4.4, a distanza di un anno.

Come scegliere le scarpe migliori da indossare durante l'attività sportiva e non solo? In caso di problemi di mal di schiena e di patologie articolari, o che interessano i piedi, è bene seguire i consigli di un esperto. Le scarpe troppo basse e piatte possono sollecitare in modo eccessivo i talloni. Le scarpe basculanti potrebbero risultare benefiche in alcuni casi, ad esempio per il miglioramento della postura, ma non rivelarsi particolarmente efficaci contro il mal di schiena.

In generale, le scarpe con un paio di centimetri di tacco o di rialzo al di sotto del tallone sono maggiormente tollerate da chi soffre di dolori lombari, ma le valutazioni riguardo il benessere e la riduzione dei fastidi risultano sempre soggettive. È dunque bene prendere in considerazione sia la propria esperienza concreta che il parere di un medico.

Marta Albè

Fonte foto: walkmag.co.uk

LEGGI anche:

Mal di schiena: 10 rimedi naturali

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram