© Juan Aunion /Shutterstock

Gli zuccheri contenuti nel latte materno possono aiutare a trattare e prevenire le infezioni nei neonati. Lo studio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gli zuccheri naturalmente contenuti nel latte materno aiuterebbero a contrastare le infezioni batteriche negli infanti. Una nuova possibilità per una lotta alle infezioni che non preveda l’uso di antibiotici.

I batteri GBS (group B Streptococcus) sono i principali responsabili di infezioni del sangue, di meningite e di morte nei neonati. Secondo uno studio condotto dallo U.S. Centers for Disease Control and Prevention, circa 2.000 bambini nati ogni anno negli Stati Uniti contraggono infezioni da batteri GBS – e il 4-6% di questi non sopravvive. I neonati entrano in contatto con i batteri solitamente durante il travaglio o il parto. Se la mamma risulta positiva ai test per i batteri GBS, le vengono somministrati antibiotici endovenosi durante il travaglio, per evitare che possa trasmettere l’infezione al neonato.

Anche se le infezioni da GBS possono essere trattate con l’uso di antibiotici, i batteri stanno diventando sempre più resistenti. Ora i ricercatori hanno scoperto che alcuni zuccheri contenuti nel latte materno – gli oligosaccaridi (brevi catene di molecole semplici) – possono prevenire le infezioni da batteri GBS nelle cellule umane. In futuro gli oligosaccaridi potrebbero anche sostituire gli antibiotici tradizionali nel trattamento delle infezioni in bambini ed adulti.

(Leggi anche: Trovati anticorpi contro il coronavirus nel latte materno: lo studio olandese)

I ricercatori hanno studiato gli effetti degli oligosaccaridi su diverse neomamme che hanno mostrato un’infezione da batteri di GBS sulle cellule immunitarie della placenta e sulla membrana gestazionale (la ‘sacca’ che contiene e protegge il feto). È emerso che questi zuccheri sono in grado di inibire completamente la crescita batterica sia nei macrofagi che nella membrana.

Il nostro laboratorio ha già dimostrato che gli oligosaccaridi isolati dal latte materno hanno numerosi benefici, e in primis hanno un’importante azione antibiotica contro GBS – dice Rebecca Moore, autrice dello studio. – Dopo lo studio in vitro, vogliamo proseguire ancora per vedere se gli oligosaccaridi possano prevenire le infezioni nelle cellule e nei tessuti nelle donne incinte.

Gli oligosaccaridi fanno parte della vita dell’uomo sin dai primordi: si trovano nel latte materno e sono una parte fondamentale della vita e dello sviluppo del bambino. Se si riuscisse a capire meglio come funzionano, sarebbe possibile trattare diversi tipi di infezioni con miscugli di oligosaccaridi. L’auspicio, un giorno, è quello di riuscire a sostituire in modo naturale gli antibiotici sia negli adulti che nei bambini.

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Fonte: American Chemical Society

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ho 25 anni e sono laureata in Lingue Straniere. Sono da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile. Tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook