Vita da Social ed emoticon inquietanti: due campagne per salvare i bambini sul web

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Cyberbullismo, adescamento via internet e uso distorto dei social network sono le principali insidie che mettono a repentaglio la sicurezza dei nostri ragazzi quando navigano nel web. Per questo la Polizia di Stato, con la collaborazione del ministero dell’Istruzione, ha lanciato la campagna di educazione alla legalità a carattere ‘itinerante’ su tutto il territorio nazionale “Una Vita da Social”.

Il progetto per l’uso in sicurezza della Rete è rivolto, in particolare, agli studenti delle scuole medie secondarie di primo e secondo grado. Lungo lo stivale, all’interno di un autocarro, gli specialisti della Polizia postale illustreranno a studenti e famiglie le principali insidie della Rete, fornendo consigli per una navigazione sicura.

Al suo interno figurano anche dei ‘moduli’ formativi di 60 minuti nei quali si parla dell’importanza del dialogo con i figli e con gli studenti, anche attraverso iniziative didattiche mirate. Il tour proseguirà fino al 25 maggio attraversando l’Italia in lungo e in largo con 33 tappe nelle maggiori città di ogni regione. Si potrà seguire l’evento nella pagina facebook Una vita da social.

Intanto, in Francia, a proteggere i giovanissimi sul web ci pensano occhi sporgenti, grandi sorrisi e lacrime a forma di cuore. Sono i terrificanti emoticon creati dall’agenzia Rosapark per il gruppo no-profit Innocence en danger, “innocenza in pericolo”, destinati a spaventare i più piccoli, che potrebbero incappare in pericolose relazioni online.

pericolo web

pericolo web2

pericolo web3

“I predatori del web a volte si relazionano a loro proprio come farebbe un coetaneo, al fine di costruire un rapporto di fiducia per raggiungere i loro obiettivi – dice Jamie Standen, direttore creativo Rosapark-. Dialogare on un ragazzo richiede l’adozione del loro linguaggio, di cui gli emoticon sono un elemento importante. Vogliamo che genitori e figli si fermino a riflettere. Ci sono alcuni divertenti e amichevoli emoticon nella mia chat, e se nascondessero una realtà inquietante?”.

Roberta Ragni

LEGGI anche:

Twigis: ecco il nuovo social network tutto dedicato ai bambini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook