Twigis: ecco il nuovo social network tutto dedicato ai bambini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gioca, crea e comunica con i tuoi amici. Questo lo slogan di Twigis, il nuovo social network tutto dedicato ai bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni. Twigis nasce per stimolare la creatività dei più piccoli. Si tratta di un ambiente protetto in cui i bambini potranno navigare tranquillamente, evitando i possibili pericoli presenti sul web.

Twigis permette la creazione di una community online. La comunicazione tra gli utenti è favorita dalla presenza di una chat e dalla possibilità di scambiarsi e-mail, con un account di posta elettronica utilizzabile soltanto all’interno del social network. Altri strumenti a disposizione sono i blog e i giochi online.

I bambini potranno creare un profilo personale in cui inserire delle immagini, partecipare ad una bacheca online su cui commentare i primi giorni di scuola e dare vita a fumetti animati, che potranno essere condivisi. Gli utenti potranno rimanere sempre aggiornati sui temi più interessanti grazie ad una selezione di notizie e di articoli adatti alla loro età. Tra i temi principali troviamo i cartoni animati, il mondo degli animali, i fumetti, i giochi. lo sport e i progetti divertenti per il fai-da-te.

La privacy e le informazioni personali inserite online dai minori sono tutelate dalla massima sicurezza e gestite da moderatori adulti, che si occupano del controllo del social network. La loro azione comprende l’individuazione di anomalie e l’eliminazione di eventuali profili sospetti, anche grazie ad una collaborazione con la Polizia Postale.

Probabilmente molti si chiederanno se il nuovo social network per bambini fosse davvero necessario. Twigis potrebbe risultare uno strumento utile per avvicinare i più piccoli al mondo del web – ricordiamo che ci troviamo di fronte ad una vera e propria nuova generazione di “nativi digitali” – in completa sicurezza, evitando il loro accesso a canali non protetti.

twigis screen

D’altra parte, è bene ricordare che il tempo trascorso sul web dai bambini non dovrebbe prendere il sopravvento sulle altre attività, a partire dal gioco all’aria aperta con gli amici, dallo sport e dal tempo da trascorrere con la famiglia. I genitori dovranno proseguire nel loro ruolo di sentinelle e decidere i tempi e i momenti giusti da dedicare alla navigazione in internet dei figli, magari senza lasciarli soli di fronte allo schermo del Pc.

Marta Albè

Fonte foto: twigis.it

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook