La gioia della piccola Ilaria: trapianto di cuore riuscito, il miracolo al Monaldi di Napoli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Grande Ilaria! Al Monaldi di Napoli si è compiuto un piccolo miracolo: dieci ore di intervento e finalmente un cuore nuovo. La storia tra la vita e la morte di Ilaria Savino, l’undicenne della provincia di Caserta che fino a ieri viveva attaccata a un cuore artificiale, aveva commosso e fatto sperare tutti. Oggi per lei e la sua famiglia si riparte da zero.

È accaduto tutto in una manciata di ore, quando un cuore nuovo – arrivato grazie alla generosità di due genitori disperati – ci ha messo un attimo a ricolmare di fiducia la mamma e il papà di Ilaria, costretta a lottare che era ancora troppo piccola, costretta a rinunciare a un’infanzia leggera e senza pensieri, costretta a una macchina per essere al mondo.

La bella notizia è arrivata il 17 febbraio. La piccola originaria di Marcianise è una dei sei bambini che in Italia vivono con il cuore artificiale, attaccati notte e giorno a uno strumento che consente il funzionamento e la regolazione del muscolo. Quella macchina pompa il sangue raccolto in una sacca, a sua volta collegata con un tubo al sistema circolatorio interno. Regolarmente bisogna caricare la macchina con la corrente dalla rete elettrica e ad essa è legato un computer che indica le pulsazioni e descrive il tracciato attimo per attimo.

Un calvario, che viene dopo un altro calvario. Come raccontato dalla giornalista Marilena Natale, infatti, Ilaria aveva già lottato contro un cancro e sperava solo “di poter tornare a correre, giocare e ballare. Invece un virus l’ha colpita mentre era ancora in fase di guarigione, compromettendo le funzioni cardiache. Ilaria era quindi da 12 mesi in attesa di un cuore nuovo”.

Ed eccolo qui quel cuore nuovo! Grazie alla equipe del cardiochirurgo Andrea Petraio, Ilaria è tornata alla vita al Monaldi, una delle eccellenze del Sud, ospedale specializzato nelle cure delle malattie pneumo-cardiovascolari che si avvale anche di tecniche di cura all’avanguardia.

Fonte: Marilena Natale pagina Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook