Solari per bambini: i 10 prodotti peggiori (secondo l’EWG)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Attenzione ai solari per bambini, non tutte le creme solari infatti, come nel caso dei prodotti per adulti, proteggono davvero la pelle dalle scottature come promettono. Ogni anno l’Environmental Working Group indica quali solari per bambini non funzionano davvero e sarebbe meglio evitare.

Come potete notare dalla seguente classifica, alcuni dei marchi indicati, come Coppertone e Neutrogena, sono in vendita anche in Italia, anche se gli ingredienti della formulazione potrebbero essere diversi.

Vi consigliamo di preferire i solari eco-bio per bambini e in ogni caso di controllare sempre le etichette prima di ogni acquisto.

Qui di seguito trovate le marche dei solari per bambini da evitare secondo l’Environmental Working Group.

1. Banana Boat Kids Max Protect & Play Sunscreen Lotion, SPF 100

2. Coppertone Water Babies Sunscreen Stick, SPF 55

3. Coppertone Sunscreen Continuous Spray, Kids, SPF 70

4. Coppertone Sunscreen Lotion Kids, SPF 70+

5. Coppertone Foaming Lotion Sunscreen Kids Wacky Foam, SPF 70+

6. Coppertone Water Babies Sunscreen Lotion, SPF 70+

7. CVS Baby Sunstick Sunscreen, SPF 55

8, CVS Kids Wet & Dry Sunscreen Spray, SPF 70+

9. Equate Kids Sunscreen Stick, SPF 55

10. Hampton Sun Continuous Mist Sunscreen For Kids, SPF 70

11. Neutrogena Wet Skin Kids Sunscreen Spray, SPF 70+

12. Neutrogena Wet Skin Kids Sunscreen Stick, SPF 70+

13. Up & Up Kids Sunscreen Stick, SPF 55

creme solari

Come scegliere i solari migliori per bambini e adulti

L’Environmental Working Group vuole dare ai consumatori alcuni consigli per scegliere i prodotti solari migliori sia per gli adulti che per i bambini. In particolare l’EWG sottolinea quanto segue:

1) Evitare i solari spray che potrebbero essere inalati e che rischiano di non coprire la pelle completamente.

2) Fare attenzione ai fattori di protezione indicati. Le pelli più delicate devono scegliere le creme con fattore di protezione da 30 a 50. Si trovano anche prodotti con fattore che va oltre il 50 ma si tratterebbe soltanto di una questione di marketing.

3) Meglio evitare l’oxybenzone, un ingrediente che è stato correlato ad interferenze con il sistema endocrino.

4) Un altro ingrediente considerato problematico è il retinyl palmitate, che potrebbe incentivare i danni alla pelle esposta al sole.

5) Infine, ovviamente, non bisogna dimenticare di tenere sotto controllo i tempi di esposizione al sole di bambini e adulti, soprattutto per chi ha la pelle molto delicata, al di là del fattore di protezione solare del prodotto prescelto.

Consulta qui la guida ai prodotti solari dell’EWG.

Marta Albè

Leggi anche:

10 solari bio e con un buon Inci

SOLARI PER BAMBINI: 10 SOLARI CON UN BUON INCI E 10 PRODOTTI DA EVITARE

CREME SOLARI: L’80% DEI PRODOTTI NON FUNZIONA O CONTIENE INGREDIENTI PREOCCUPANTI

CREME SOLARI: 10 COSE CHE FORSE NON SAI SUI PRODOTTI PER L’ABBRONZATURA

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook