@Ministero della salute

Ritirato questo set di trucchi per bambini proveniente dalla Cina per eccesso di cromo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Attenzione a questi trucchi per bambini. Contengono Cromo al di sopra dei limiti consentiti. A lanciare l’allarme è il Ministero della salute che ha rilanciato l’allerta segnalata dal Rassf, il sistema europeo di controllo.

Questa volta a finire nel mirino dei controlli è stato un set di trucchi per bambini, chiamato Set bella make -up,  importato dalla Cina, prodotto da Chenghai Huada Plastic Co. LTD e commercializzato da Migliorati International SrL. Secondo quanto si legge nell’avviso, il rischio è chimico ed è legato all’eccesso di cromo.

Tutti i dettagli

Il richiamo riguarda un lotto, il n°202030710. Si tratta di un astuccio di plastica con ombretti contenuto in confezione cartonata. Dalle analisi eseguite dall’Arpa Liguria è emersa la presenza di Cromo totale al di sopra del valore guida del Parere ISS sia per Cromo VI che per Cromo III. Di conseguenza, la vendita non è consentita nel nostro paese. 

etichetta

@Ministero della salute

Il Ministero infatti segnala che non è stato ammesso in Italia dall’Ufficio Sanità Marittima di Genova un quantitativo di set pari a 1027 cartoni. Trucchi tutt’altro che sicuri per i bambini ma che sarebbero finiti nelle loro mani e sul loro viso:

L’impiego di metalli come ingredienti è oggi esplicitamente vietato dal Regolamento che li inserisce nell’allegato II, l’elenco delle sostanze che non possono essere utilizzate nella composizione dei prodotti cosmetici. Tale allegato riporta tra le sue voci una serie di metalli e composti del metallo, quali ad esempio: al n. 40: antimonio (Sb) e suoi composti; al n. 43: arsenico (As) e suoi composti; al n. 46: bario (Ba) e suoi sali; al n. 54: berillio (Be) e suoi composti; al n. 68: cadmio (Cd) e suoi composti; al n. 97: cromo (Cr), acido cromico e suoi sali, al n. 101: cobalto (Co) (come benzene solfonato di Cd); al n. 221: mercurio (Hg) e suoi composti; al n. 289: piombo (Pb) e suoi composti; al n. 297: selenio (Se) e suoi composti; al n. 317: tallio (Tl) e suoi composti; al n. 391: zirconio (Zr) e suoi composti; al n. 453: cobalto (Co) dicloruro; al n. 454: Co solfato; al n. 1093: nichel (Ni), si legge nel rapporto Istisan.

Per leggere l’avviso di sicurezza clicca qui

Fonti di riferimento: Ministero della salute

LEGGI anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook