La ruota delle emozioni per parlare ai bambini dei propri sentimenti

ruota-sentimenti

Parlare ai bambini di ciò che si prova nella quotidianità, di quella grande sfumatura di sentimenti con cui abbiamo a che fare nelle diverse circostanze della vita, potrebbe non essere semplice. A questo proposito può però venirci in aiuto la ruota delle emozioni ideata dalla dottoressa Gloria Willcox.

Quando parliamo della vasta gamma di emozioni che proviamo ogni giorno, i bambini hanno l’opportunità di scontrarsi con i propri sentimenti e con quelli degli altri. Un fatto importante, dato che comprendere e accettare le emozioni è il primo passo per imparare a gestirle.

La dottoressa Gloria Willcox ha rappresentato 50 emozioni diverse nella ruota dei sentimenti, un’illustrazione che mostra in maniera colorata la ricchezza di emozioni a nostra disposizione.

Si parte comunque da 4 emozioni fondamentali:

  • Felicità: che include amore, gioia e pace. Questo è, o dovrebbe essere, il nostro stato naturale.
  • Paura: che è una reazione alla minaccia e include terrore, ansia, preoccupazione e la sensazione di essere impotente o indifeso.
  • Tristezza: che è una reazione alla perdita e alla delusione e include dolore, depressione e solitudine.
  • Rabbia: che è una reazione alla minaccia dall’interno o dall’esterno e include irritazione, frustrazione e rabbia.

Come insegnare ai bambini le emozioni

Come possiamo insegnare ai nostri figli le emozioni? Semplicemente osservando ciò che sentono e commentando in modo da non farli sentire giudicati ma accolti. In questo modo i bambini potranno identificare le emozioni in se stessi e negli altri. Nel corso della giornata potete ad esempio sfruttare le varie situazioni che si creano per riconoscere i sentimenti dei più piccoli commentando con frasi tipo:

  • Sembri frustrato
  • Stai saltando su e giù! Devi essere eccitato! “
  • Capisco. Ti senti più sicuro quando sai esattamente cosa succederà. Io provo lo stesso.”

Si possono anche fare domande per aiutarli a imparare attraverso la riflessione. Ad esempio, potresti chiedere:

  • Se ti sentissi arrabbiato con un amico, cosa potresti fare?
  • “Se ti sentissi arrabbiato con me, cosa potresti fare?”
  • “Se ti sentissi arrabbiato per la caduta della torre che hai costruito, cosa potresti fare?
  • Prendi una decisione migliore quando ti senti arrabbiato o quando ti senti calmo?”
  • Cosa ti aiuta a calmarti quando sei arrabbiato?

Se si nota un altro bambino piangere, è possibile fare domande come:

  • Quel bambino sembra infelice. Come mai sarà così arrabbiato?
  • Di cosa pensi abbia bisogno?
  • C’è qualcosa che possiamo fare per aiutarlo?

Domande come queste aiutano a sviluppare l’empatia. Per esempio, quando i genitori chiedono ad alta voce al loro bambino ciò che pensano, sentono o vogliono i suoi fratelli, il bambino sviluppa maggiore empatia verso di loro e la relazione tra i vari membri della famiglia risulta più positiva.

Quando poi gli adulti leggono libri e parlano ai bambini in età prescolare facendoli riflettere su come si sentono gli altri bambini, le loro azioni positive aumentano mentre l’aggressività verso i loro coetanei diminuisce.

In conclusione, quando i genitori considerano le emozioni parte della ricchezza della vita umana e ne parlano in modo positivo, anche i bambini possono imparare a riconoscerle, che è il primo passo per imparare a gestirle.

ruota emozioni

Come utilizzare la ruota dei sentimenti o delle emozioni

Puoi usare la ruota per esplorare le emozioni che senti in un dato momento della giornata. Per esempio, dopo una bella conversazione con qualcuno, noti una sensazione generale di gioia. Usando la ruota potresti chiederti: che tipo di gioia sto vivendo in questo momento? Questa sensazione può essere meglio descritta come eccitazione, creatività, allegria, ecc.?

Riflessione quotidiana

Alla fine di una giornata, puoi prendere un momento per contemplare e guardare la ruota. Che cosa hai vissuto oggi? Forse ti sei sentito in colpa e puoi vedere che associato al sentimento principale ce ne sono altri come tristezza, rimorso, ecc.

Riflessione a lungo termine

La ruota può anche essere utilizzata per esplorare emozioni più profonde e più lungo termine che potrebbero avere un impatto su di te. Per esempio, forse ti sei sentito spaventato negli ultimi mesi dal momento in cui hai perso il lavoro. Andando al sentimento “paura” sulla fascia interna della ruota, puoi guardare le due bande esterne per riflettere sulle sensazioni associate all’emozione principale per cercare di svelare più nel dettaglio le sfumature che stai vivendo.

Leggi anche:

Francesca Biagioli

10 regali per i 10 anni di GreenMe

Scarica qui i regali che abbiamo scelto per te

Conto Deposito Esagon

Arriva il Conto Deposito che pianta gli alberi e riduce la CO2! Scopri di più>

corsi pagamento

seguici su facebook