Cucciolo di cane salvato da una scimmia

Riduttori per il sonno dei bebè messi al bando in Gran Bretagna

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Riduttori per il sonno, in Gran Bretagna sono stati messi al bando perché considerati poco sicuri per i bambini. Secondo quanto disposto dalla Food and Drug Administration (FDA), i genitori non dovrebbero mettere i bambini nei riduttori per ridurre il rischio di soffocamento.

Questi prodotti, pensati per sostenere la testa dei neonati, possono aumentare il rischio di soffocamento e portare addirittura alla morte.

I due tipi più comuni di riduttori usati per il sonno presentano supporti sopraelevati o cuscini collegati tra loro da una stoffa morbida o da una sorta di supporto concavo per sollevare la testa del bambino. Essi fanno sì che il bambino assuma una posizione specifica mentre dorme e sono destinati a neonati di età inferiore ai 6 mesi.

Ma non sono affatto sicuri. Per ridurre il rischio di morti infantili correlate al sonno, inclusa la SIDS, l’American Academy of Pediatrics raccomanda ai genitori di non usare alcun supporto per i neonati e di lasciarli dormire su una superficie priva di ingombri.

Alcuni produttori hanno pubblicizzato che i loro riduttori per il sonno siano in grado di prevenire la SIDS. Ma la FDA, che regola i prodotti per l’infanzia, ha smentito tutto ciò dicendo che non ci sono prove scientifiche per sostenere tali affermazioni sui dispositivi per il sonno.

Alcuni rivenditori britannici anche online tra cui ebay hanno già ritirato questi riduttori dalle vendite.

EGGI anche:

Come fare dunque a garantire ai neonati un sonno più sicuro?

LA FDA raccomanda:

MAI usare riduttori per il sonno per i neonati.

MAI mettere cuscini, coperte, lenzuola, piumoni o trapunte sotto al bambino. I neonati non hanno bisogno di cuscini e invece delle coperte si può usare un abbigliamento adeguato. Inoltre è bene evitare di mettere giochi, anche morbidi, nel lettino.

Francesca Mancuso

Foto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook