Remedia: il riciclo dei rifiuti tecnologici si impara a scuola…con il sorriso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I nativi digitali conoscono la tecnologia meglio dei grandi e fin da piccoli iniziano a toccare, smontare e ricostruire gli apparecchi tecnologici come fossero i pezzi di un puzzle. E se il consumo di queste apparecchiature aumenta soprattutto tra le giovani generazioni, appare evidente l’esigenza di educare i più piccoli all’arte del riciclo consapevole.

Per questo ReMedia – Consorzio nazionale per la gestione eco-sostenibile di tutti i Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) delle pile e accumulatori esausti – quest’anno ha deciso di portare nelle classi di 4° e 5° elementare l’iniziativa ReMedia Scuola, un progetto ludico didattico interdisciplinare che, tramite strumenti multi-canale, promuove e diffonde le buone pratiche di raccolta e riciclo degli apparecchi tecnologici.

Un’iniziativa che ha riscosso già un grande successo di pubblico negli istituti scolastici, tanto che ReMedia ha deciso di offrire un kit didattico alle prime 500 scuole che si iscriveranno.
Il progetto del consorzio punta ad educare i più piccoli, insegnando loro non solo le buone pratiche del riciclo, ma anche la pericolosità dei materiali non smaltiti correttamente.
Insomma, informare i giovani è un’arma fondamentale per formare nuove generazioni consapevoli.

Con questo progetto ReMedia sottolinea l’importanza di investire sui giovani – ha commentato Danilo Bonato, Direttore Generale del Consorzio – confermando l’impegno delle 1.000 aziende associate nel sensibilizzare e informare le nuove generazioni su un tema chiave per il futuro dell’ambiente come quello del riciclo. ReMedia Scuola, lunga vita alla tecnologia, è la prima iniziativa su scala nazionale che affronta il tema dei RAEE con un progetto che si differenzia da un punto di vista educativo per ricchezza di contenuti, interdisciplinarietà e capacità di coinvolgere i ragazzi”.

Ma c’è di più: l’iniziativa ludico-didattica di ReMedia va oltre i banchi di scuola per trasformarsi in un vero e proprio tour che nel mese di ottobre toccherà 4 città coinvolgendo 400 ragazzi a Genova, Milano, Roma e Torino.

Per saperne di più e per richiedere il kit clicca qui

Verdiana Amorosi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook