Ragazzo autistico di 17 anni costruisce da solo un telescopio più potente di quello dell’osservatorio della sua città

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A soli 17 anni un ragazzo con autismo è riuscito a costruire da solo un telescopio più potente di quello dell’osservatorio della sua città. Si chiama Zane Landers, è americano ed è diventato una vera e propria star sui social network e sui siti dedicati all’astronomia.

Fin da piccolo Zane ha avuto la passione per la scienza. La sua stanza è un vero e proprio laboratorio dove il giovane ha dato libero sfogo a ciò che più ama: lo spazio.

Così, completamente da solo, è riuscito a a costruire un telescopio newtoniano con una potenza maggiore rispetto a quello esistente nell’osservatorio della sua città.

Il telescopio newtoniano o riflettore deve il nome al celebre scienziato ed è caratterizzato dal fatto che al posto delle lenti ha una coppia di specchi. Questo tipo di telescopio raccoglie la luce tramite uno specchio parabolico, concentrandola sul fuoco della parabola. Si tratta di uno degli strumenti più popolari e amati tra gli hobbisti.

“Ho 17 anni e ho appena finito di costruire questo telescopio riflettore newtoniano da 14,7 “f / 2,89. Nonostante le dimensioni tozze raccoglie circa 2500 volte più luce dell’occhio umano e ha una portata più grande di quella dell’osservatorio locale”, afferma Zane, orgoglioso, su Reddit.

E quello ritratto in foto non è il primo costruito dal ragazzo:

“Tutto quello che ho imparato è stato online o in viaggio, mentre lavoravo a progetti”, racconta.

Zane ha un disturbo dello spettro autistico (ASD) ma questo per lui non è stato affatto un freno. Da sempre ha coltivato il proprio interesse per la costruzione di macchine spaziali, che insieme al suo alto livello intellettuale, lo hanno reso fuori dal comune. La sua principale preoccupazione è trovare soluzioni alle sfide spaziali che fino ad ora non ne hanno. Per costruire i suoi macchinari, di solito cerca le componenti su Internet, su pagine di vendita come eBay o specializzate come AstroMart. Utilizza anche parti usate di altri telescopi.

“Ho costruito molti telescopi, il primo pubblicato sulla rivista TIME”, afferma con orgoglio, “altri due erano per una lezione che ho offerto online”.

Zane non si occupa solo di costruirli ma valuta e commenta anche altri telescopi su siti Web specializzati. Inoltre, ha un canale su YouTube, dove pubblica tutorial per chiunque voglia costruirne uno.

“Tante persone desiderano ardentemente vedere e conoscere meglio l’Universo e i viaggi nello spazio. Ma sfortunatamente, molti hanno l’impressione che un buon telescopio sia costoso o che non potrebbero mai essere uno scienziato o un ingegnere” racconta.

“Sono un produttore amatoriale di telescopi e appassionato di spazio dedicato a sostenere e educare le persone sull’esplorazione dello spazio, le scienze spaziali, i progetti fai-da-te e l’astronomia amatoriale – in breve, a rendere lo spazio più accessibile a tutte le età. Spero di ispirare più persone a ottenere una maggiore comprensione dell’universo e fornire gli strumenti e le tecniche per renderlo possibile”.

Bravo!

Fonti di riferimento: Reddit, Patreon, Instagram

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook