Ecco perché non dovresti mai coprire la carrozzina di tuo figlio d’estate

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A passeggio con un neonato in carrozzina, d’estate. Fa molto caldo, che fare per tenerlo al fresco? Posizionare una copertina di cotone o una mussola per riparare il piccolo non è affatto la soluzione migliore.

A prescindere dal tessuto, anche se bianca e leggera, la stoffa crea una sorta di ostacolo al passaggio dell’aria permettendo però al calore di accumularsi all’interno della carrozzina. Il risultato? La temperature all’interno della navicella, navetta o carrozzina, comunque la chiamiate, finirà per aumentare anche di 12 gradi.

Lo ha rivelato uno studio condotto dai medici dell’ospedale pediatrico di Stoccolma, in Svezia, secondo i quali l’atto di coprire la carrozzina, invece di ridurre la temperatura, crea una sorta di effetto fornace.

Il dott. Svante Norgren, pediatra dell’ospedale pediatrico di Stoccola, in Svezia, ha spiegato:

“C’è anche cattiva circolazione dell’aria ed è difficile vedere il bambino con una coperta sulla carrozzina.”

I medici hanno condotto dei test per valutare l’aumento della temperatura all’interno di una carrozzina (vuota), lasciandola sotto il sole tra le 11:30 e le 13:00. Senza la copertina, la temperatura aveva raggiunto 22°C dopo 30 minuti, ma quando è stata posizionata sopra il passeggino, nello stesso lasso di tempo ha toccato i 34°C. Eppure, la temperatura estiva in Svezia raramente raggiunge i 30°.

I neonati sono anche più sensibili al calore rispetto ai bambini più grandi o agli adulti e la loro temperatura corporea può salire fino a 5 volte più velocemente. Sudano anche meno e ciò li mette maggiormente a rischio di colpi di calore e in casi estremi anche di SIDS.

Secondo il National Health Service inglese, i bambini di età inferiore ai 6 mesi devono essere tenuti lontani dalla luce solare diretta. Anche i più grandicelli dovrebbero essere tenuti al riparo dal sole il più possibile, in particolare durante le ore più calde, dalle 11 alle 15.

Come mantenere il bambino fresco quando fa caldo

  • Tenerlo lontano dalla luce solare diretta
  • Coprire la loro carrozzina con un ombrello o un parasole
  • Assicurarsi che sia idratato
  • Cercare l’ombra quando è possibile
  • Fargli un bagno fresco una volta arrivati a casa
  • Vestirlo con abiti comodi e fatti con tessuti naturali, come il cotone bio e il lino
  • Per proteggere la pelle, ricordiamo anche di utilizzare una crema solare con un buon INCI e un alto fattore di protezione

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook