©Ospedali Dipinti/Facebook

Ospedali Dipinti: il reparto di pediatria Policlinico di Messina si colora per donare un sorriso ai piccoli pazienti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Scimmiette sulle palme, tucani e un orsacchiotto che sbuca da un albero e, poco più in là, un vero e proprio acquario. Il reparto di pediatria del Policlinico G. Martino di Messina non è più come prima e d’ora in poi i piccoli pazienti avranno un motivo in più per sorridere.

Grazie al lavoro di parecchie associazioni, in primis ABC Amici dei bambini in corsia, e alle donazioni tramite la piattaforma di raccolta fondi Eppela, l’Ospedale messinese è ora ufficialmente nel progetto “Ospedali Dipinti”.

Nato nel 2012 da un’idea del pittore italiano Silvio Irilli, il progetto di Ospedali Dipinti mira a vivacizzare gli ambienti interni degli ospedali nell’ottica di rendere meno pesante il contesto e l’atmosfera agli occhi di chi, grande o piccino, si trova a dover trascorrere lunghi periodi di cure.

E così, colori e fantasie, soggetti buffi e paesaggi meravigliosi creano un mondo fantastico che possa meravigliare e distrarre, aggrapparsi anche solo per un momento a qualcosa di leggero e sereno.

ospedale messina

©Ospedali Dipinti/Facebook

In un batter d’occhio, nella sala d’attesa del reparto di neuropsichiatria infantile di Messina e su una parte dell’androne di ingresso del Policlinico è stata realizzata “L’Isola del Sorriso”, uno scenario con palme, vista mare e tanti personaggi che escono dai pilastri diventati dei bellissimi tronchi.

Il pronto soccorso pediatrico invece è diventato “L’Acquario in Corsia”, con delfini, tartarughe e pesci tropicali che contribuiranno a regalare un sorriso ai piccoli pazienti e ad allontanare paure e angosce legate alla permanenza nell’ambiente ospedaliero.

Colori nuovi e un’accoglienza speciale, quella che non deve mai mancare per allontanare le paure di piccoli alle prese con qualche battaglia.

Ogni volta che un piccolo paziente sorriderà avremo fatto tutti insieme qualcosa di importante!”, chiosa Silvio Irilli.

E allora complimenti e che la permanenza dei cuccioli sia il più possibile serena!

Fonte: Polime

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
eBay

Work out: i migliori attrezzi per allenare a casa tutti i muscoli

Speciale Creme Solari

Creme solari: come sceglierle e a cosa fare attenzione

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook