Cullette killer: negli Usa ritirati altri quattro modelli per rischio soffocamento

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lettini per bambini ritenuti responsabili di rischi di soffocamento anche letali. Dopo che l’anno scorso, negli Stati Uniti, erano state bandite alcune cullette colpevoli di aver causato numerose morti in culla, ora l’allarme si estende anche ad altre quattro aziende.

Secondo quanto riporta la Consumer Product Safety Commission, la Commissione di sicurezza dei prodotti di consumo statunitense, si tratta di un totale di circa 165mila traversine inclinate.

Nello specifico, il richiamo – che per ora coinvolge il mercato Usa – coinvolge circa 111mila modelli Graco Little Lounger; 3.100 Pillo, realizzati da Evenflo; 46.300 SwaddleMe By Your Bed Sleepers, realizzato da Sumr Brands; e circa 5.900 traversine inclinate Delta. In particolare questi i prodotti messi al bando nel mercato statunitense:

lettini ritirati

Il richiamo di oggi arriva però dopo che proprio un’indagine del Consumer Report aveva scoperto dozzine di morti infantili legate proprio a quelle che erano state definite “culle killer” nell’aprile 2019. Quell’indagine portò al richiamo di 4,7 milioni di Sleeper Rock-n Play di Fisher-Price, oltre al richiamo di più di 670mila traverse inclinate  Kids II, 71mila accessori per il sonno inclinato venduti Day & Night Ultra-Lite Fisher-Price e di 24mila traverse inclinate a dondolo Disney ed Eddie Bauer prodotte da Dorel. Complessivamente,culle inclinate e riduttori per i bebè sono stati collegati ad almeno 73 incidenti mortali e a più di 1.000 incidenti segnalati, tra cui lesioni gravi.

Per approfondire i precedenti richiami:

Diversi importanti rivenditori, tra cui Amazon, Buy Buy Baby, eBay e Walmart, hanno ritirato tutti i lettini inclinati dai loro negozi e siti web già a dicembre 2019.

Perché ritirarli? Perché alcune indagini mostrano che i prodotti inclinati per il sonno del bambino — che sono progettati per mettere i bambini a nanna con un’inclinazione tra 10 e 30 gradi — non sono un ambiente di sonno sicuro per i bambini perché possono aumentare il rischio di compressione delle vie aeree, soffocamento e morte.

D’altro canto, si tratta di prodotti in contrasto con le raccomandazioni sul sonno sicuro dell’American Academy of Pediatrics, secondo cui i bambini dovrebbero essere messi a letto sulla schiena, da soli, senza restrizioni e su una superficie piatta e solida che è priva di paraurti e altri letti morbidi.

Quindi si consiglia, in generale, di evitare stradiette o culle che, a causa dell’inclinazione, comprimano troppo il mento del bambino al corpo. Il perché è presto detto: provate anche voi a portare il vostro mento attaccato al collo (posizione che viene assunta dai neonati in questo tipo di supporti per dormire) e provate ora a respirare, la fatica per farlo non è aumentata considerevolmente?

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook