Matite colorate e kit per disegnare la quarantena a tutti i bimbi, il bel pensiero di un sindaco siciliano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Chiusi in casa da quasi due mesi, dimenticati dalle istituzioni nazionali. I bambini stanno vivendo come in una bolla questo periodo di restrizioni a causa del coronavirus. Per farli sentire meno soli, l’amministrazione comunale di Trabia, un piccolo comune del palermitano, ha donato ai bambini un piccolo kit per disegnare e raccontare le loro emozioni durante il lockdown.

Un piccolo gesto, ma che vale molto per i piccoli, in questo caso ricordati dalle istituzioni locali. “Un pensiero per i nostri meravigliosi bambini” ha scritto su Facebook il sindaco Leonardo Ortolano.

A tutti i piccoli dai 3 ai 10 anni che frequentano la scuola dell’infanzia e la scuola primaria del paese oggi la Protezione Civile ha portato direttamente a casa il kit:

“Si tratta di un quaderno su cui potranno dare sfogo alla propria creatività, descrivendo le emozioni che stanno provando in questo momento particolare per la loro vita. Insieme al quaderno riceveranno anche un pacchetto di colori, caramelle e cioccolatini. Con questo piccolo regalo vogliamo ringraziarli per la pazienza e la maturità avuta in un periodo difficile come questo” ha scritto su Facebook il sindaco.

Una bellissima iniziativa!

Fonti di riferimento: Leonardo Ortolano/Facebook

LEGGI anche:

La lettera di un bambino al sindaco della sua città: ‘perché non puoi far sparire questo brutto virus?’

Mentre gli altri Paesi indicono conferenze stampa per i bambini, da noi… neanche vengono nominati

La premier norvegese Erna Solberg indice una conferenza stampa per i bambini, rassicurando sulle paure del COVID-19

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook