Mascherine per bambini: quali scegliere, da che età e tutto quello che c’è da sapere

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A partire da oggi, 4 maggio 2020, sull’intero territorio nazionale è obbligatorio indossare le mascherine nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto, e in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza.

Ma cosa fare con i bambini? Quali scegliere? E da che età si possono (o si devono) utilizzare? Per i bambini mascherina sì o no? 

Ma attenzione: non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ed i soggetti che interagiscono con i predetti.  Secondo le nuove disposizioni del governo, quindi, solo i bambini sopra i 6 anni dovranno indossare le mascherine, nonostante i pediatri abbiano indicato come idonei all’uso di mascherine i bambini sopra i 3 anni.

Le indicazioni dei pediatri

Nei giorni scorsi, la stessa Società Italiana di Pediatria, in un documento relativo alle attività extra domestiche per soggetti in età evolutiva durante la “Fase 2”, aveva fornito queste raccomandazioni:

  • dai 37 mesi ai 6 anni, mascherine con caratteristiche di stabilità di tenuta, con componente elastica che ne consenta l’adesione al volto, con caratteristiche anti-soffocamento e con materiale non allergizzante;
  • dai 7 anni ai 18 anni, mascherine tipo quelle per l’età adulta;
  • per tutti i soggetti con fragilità, l’uso della mascherina è indicato/obbligatorio da parte delle persone a contatto con loro. Dai 36 mesi, mascherine tipo FfP2 di taglia adatta.

Quali mascherine scegliere per i bambini?

I bambini con più di 6 anni possono indossare la mascherina. Per essere protettiva e sicura, la mascherina deve coprire bene naso e bocca e raccordarsi all’orecchio. Prima di indossare la mascherina bisogna lavarsi bene le mani, per almeno 20 secondi. Non vanno indossate quando si mangia o si beve. Vanno tolte rimuovendo prima il raccordo dietro le orecchie e poi sul davanti.

In casa, se non ci sono malati, le mascherine non sono necessarie, così se un bambino è all’aria aperta a giocare e riesce a mantenere una distanza di almeno 2 metri dagli altri, evitando di toccare superfici toccate dagli altri: in questo caso il bimbo può evitare di indossare la mascherina. La mascherina va indossata invece in luoghi in cui i bambini potrebbero avere difficoltà a rispettare una distanza di sicurezza, come in farmacia, nei negozi o dal dottore.

Le mascherine non vanno assolutamente indossate nei bambini con meno di 2 anni, se un bambino ha difficoltà respiratorie, se è incapace di rimuovere da solo la mascherina.

Bambini malati a rischio

Solo i bambini fragili, perché affetti da malattie croniche e ad alto rischio, devono essere incoraggiati a indossare una mascherina particolare, non le chirurgiche o di stoffa, ma le Ffp2, che possono proteggere loro stessi dalla infezione. I familiari di questi bambini, se malati, devono indossare le mascherine chirurgiche, che invece proteggono gli altri.

Occhio alle dimensioni!

Per gli adulti le dimensioni di una mascherina sono circa 15cmx 30 cm; per un bambino 12×25 cm in media, considerando l’età e il fatto che la mascherina deve aderire bene al volto del bambino e coprire in sicurezza bocca e naso.

Mascherine specifiche in arrivo

“Abbiamo cominciato a pensare anche alle mascherine per i bambini, abbiamo già i primi prototipi. Li metteremo sul mercato molto presto e saremo in grado di garantire alla riapertura delle scuole una consapevolezza della parte più giovane della nostra cittadinanza che si sarà abituata a utilizzare questi strumenti che metteremo in circolo prima e che aiuterà la ipotizzata riapertura delle scuole”. Lo ha detto appena due giorni fa il commissario straordinario all’emergenza coronavirus Domenico Arcuri nel corso del punto stampa.

Resta cruciale per i più piccini la regola del distanziamento e l’importanza di evitare assembramenti.

“La nostra proposta  è di realizzare una mascherina fatta un po’ come una fascia per capelli, più larga davanti e più sottile dietro, magari da fissare anche sopra la testa, adatta ai bimbi di 3-5 anni quando è indispensabile portarla”, ha spiegato Alberto Villani, presidente della Società italiana di pediatria (Sip) e componente del Comitato tecnico scientifico su Covid-19.

Fonti: Ministero della Salute/ Associazione culturale pediatri/SIP 

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook