Le 50 cose da fare prima degli 11 anni contro il Deficit di natura

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dal giocare sotto la pioggia all’esplorazione del bosco con la bussola, dal saltare nelle pozzanghere all’arrampicarsi sugli alberi, quanti bimbi trascorrono il proprio tempo libero a stretto contatto con la natura? Quanti sanno ancora fare una capriola? Purtroppo pochissimi! A tal punto che è nato un termine per identificare la separazione dagli elementi naturali: Deficit di natura.

Secondo gli studiosi si tratta di un male sempre più diffuso, paragonabile quasi a una malattia, che riguarda soprattutto bambini e adolescenti, iper-connessi al web, completamente disconnessi dall’ambiente. Ma se le nuove generazioni non conoscono la natura, difficilmente svilupperanno un interesse sincero nei suoi confronti e ancor più difficilmente saranno disposte a proteggerla.

Una situazione allarmante considerato che dalla mentalità dei giovani dipenderà in gran parte il futuro del Pianeta. Ed è per questo che il National Trust ha stilato una lista di 50 cose da fare prima degli 11 anni per recuperare il Deficit di Natura. La lista è stata ripresa dal WWF che l’ha trasformata in un’infografica all’interno del progetto Aule Verdi.

infografica-wwf

@WWF

Ecco le 50 cose che i vostri figli dovrebbero fare prima degli 11 anni per non perdere il legame con la Natura:

  1. Arrampicarsi su un albero
  2. Far rimbalzare i sassi sull’acqua
  3. Giocare sotto la pioggia
  4. Costruire un rifugio nel bosco o sulla spiaggia
  5. Fischiare usando un filo d’erba
  6. Costruire e far volare un aquilone
  7. Fare un pic-nic in natura
  8. Giocare con le onde
  9. Rotolarsi da una collina
  10. Fare un pupazzo di neve
  11. Andare in un posto lontano con la bici
  12. Seguire un sentiero nel bosco
  13. Cercare la sorgente o la foce di un fiume
  14. Osservare i granelli di sabbia con uno stereoscopio
  15. Scalare una collina
  16. Osservare un fondale marino con pinne e maschera
  17. Osservare un pezzo di prato con una lente d’ingrandimento
  18. Organizzare una caccia al tesoro in natura
  19. Fare fotografie di posti innevati
  20. Ascoltare il verso di 10 animali dal vivo e descriverlo
  21. Visitare una fattoria
  22. Esplorare una caverna
  23. Cercare castagne
  24. Osservare le conchiglie in mare
  25. Visitare una città sconosciuta
  26. Andare in una riserva naturale
  27. Usare la bussola
  28. Osservare le stelle e cercare le stelle cadenti
  29. Cercare le tracce di animali
  30. Seguire il percorso delle formiche
  31. Piantare un seme e osservare la sua crescita
  32. Fare un erbario
  33. Usare un manuale per il riconoscimento degli alberi
  34. Scoprire tutto ciò che si trova in uno stagno
  35. Creare una mangiatoia per uccelli e osservare le abitudini
  36. Realizzare il proprio taccuino del naturalista
  37. Costruire una bat-box
  38. Cogliere e assaggiare un frutto dell’albero
  39. Costruire uno strumento per misurare il vento e la pioggia
  40. Raccogliere tutte le sfumature di colore delle foglie d’autunno
  41. Andare in campeggio con la tenda
  42. Trovare la strada di casa usando solo mappa e bussola
  43. Andare a cavallo
  44. Andare in canoa
  45. Aspettare l’alba sulla spiaggia
  46. Tenere in mano un insetto “spaventoso”
  47. Arrampicarsi sui massi
  48. Camminare nella neve
  49. Prendere il pedalò e fare i tuffi
  50. Preparare da soli lo zaino per andare in natura

Se noi possiamo vantare di averle fatte tutte o quasi, possono dire lo stesso i nostri figli?

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook