Latte artificiale contaminato da salmonella, 200mila bottiglie ritirate in Francia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Salmonella nel latte artificiale. Il Ministero della salute francese ha richiamato numerose tipologie dell’alimento per i neonati a causa della presenza del batterio della salmonella.

Le autorità sanitarie francesi, secondo quanto riportato sul sito del Ministère des Solidarités et de la Santé, sono state informate della contaminazione da Salmonella sierotipo agona di 20 bambini di età inferiore a 6 mesi in 8 regioni diverse.

I primi risultati delle indagini condotte da Santé Publique France in collaborazione con la Direzione generale per la concorrenza, i consumatori e il controllo delle frodi (DGCCRF) hanno identificato i cibi interessati dalla contaminazione e hanno rivelato che i 13 bambini le cui famiglie finora erano state interrogate, avevano consumato latte artificiale prodotto tra la metà di luglio e la fine di novembre da Lactalis Nutrition Santé (LNS).

Di conseguenza, la società, in collaborazione con la DGCCRF e il DGS, ha ritirato e richiamato tutti i prodotti interessati. Lactalis fornisce anche ai genitori un numero verde 0800 120 120 per rispondere alle loro domande.

Il richiamo riguarda circa 200mila confezioni di tre diverse categorie di prodotti. Ecco i 12 lotti ritirati:

Latte Picot SL senza lattosio lactose, 1 da 350g :

  • LOTTO : 17C0012344 – DLUO 15/02/2019
  • LOTTO : 17C0012877 – DLUO 01/06/2019
  • LOTTO : 17C0013216 – DLUO 18/09/2019
  • LOTTO : 17C0013549 – DLUO 29/09/2019

Lait Pepti Junior senza lattosio, 1 460g :

  • LOTTO : 17C0012512 – DLUO 14/09/2018
  • LOTTO : 17C0012856 – DLUO 01/12/2018
  • LOTTO : 17C0013179 – DLUO 01/02/2019

Lait Milumel, Bio 1 900g, senza olio di palma:

  • LOTTO 17C0012592 – Data di scadenza : 03/04/2018
  • LOTTO 17C0012845 – Data di scadenza : 22/05/2018
  • LOTTO 17C0012848 – Data di scadenza: 26/08/2018
  • LOTTO 17C0012960 – Data di scadenza : 12/09/2018
  • LOTTO 17C0013084 – Data di scadenza : 13/10/2018

LEGGI anche:

Le infezioni da Salmonella agona si manifestano entro 3 giorni dall’ingestione e provocano vomito, diarrea a volte con tracce di sangue e febbre.

Il Ministero ha invitato i genitori che li hanno acquistati a controllare i lotti e a non consumarli, inoltre consigliano di contattare il proprio pediatra per avere un prodotto alternativo in caso di intolleranze al lattosio.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook