#RIPJulen: nessun miracolo per il bimbo caduto nel pozzo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Oggi si piange la morte del piccolo Julen. A nulla sono serviti gli sforzi incommensurabile di centinaia di soldati che hanno lavorato senza sosta, né la solidarietà di tutti coloro che hanno sperato nel salvataggio. Purtroppo bisogna rassegnarsi alla desolazione della peggior notizia: Julen è stato trovato senza vita.

Tutti sapevano che le circostanze non lasciavano molto spazio all’ottimismo. Ma la speranza che avvenisse l’impossibile era forte negli animi di tutti.

E invece il corpo senza vita di Julen Roselló, bimbo di 2 anni caduto in un profondo e stretto pozzo il 13 gennaio a Totalán (Málaga), è stato trovato morto alle 1,25 di questa mattina dalle squadre di salvataggio.

Il piccolo era intrappolato in un tunnel di 25 centimetri di diametro e 107 metri di profondità. L’annuncio ufficiale è stato dato su Twitter dalla Guardia Civil:

“Disgraziatamente… nonostante tanti sforzi da parte di tanta gente, non è stato possibile… #RIPJulen. Ai familiari le più sincere condoglianze”.

La famiglia del bambino ora riceve sostegno psicologico da un team di professionisti, così come i suoi piccoli compagni di classe. L’obiettivo è prevenire lo stress post-traumatico o crisi di ansia cronica. Nel frattempo, un tribunale di Malaga indaga sulle circostanze in cui si è verificato lo sfortunato incidente. Il pozzo e altre opere effettuate nei giorni precedenti all’incidente non avevano i permessi necessari, anzi erano illegali.

Spetta ora alle autorità spagnole ricostruire i fatti, che ancora contengono moltissime incognite.

Come è caduto il bambino in quel maledetto pozzo? Perché il pozzo non era ben sigillato? Ci sono molte domande a cui si dovrà rispondere, ma ora è il tempo di piangere per questa piccola vita innocente che è stata spezzata.

Roberta Ragni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook