Intimo bambini: sappiamo davvero cosa indossano?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tracce di ftalati nelle mutandine da bambina, succede su sei delle 20 marche analizzate da Il Salvagente, che prende in considerazione il ph dei tessuti, i residui di glifosato (e metaboliti), ftalati, ammine aromatiche e coloranti allergenici e cancerogeni.

Che cosa indossano i nostri bambini? Se l’è chiesto il giornalista Enrico Cinotti che sulle pagine della rivista ha riassunto i risultati di un test fatto su 20 mutandine per bambine.

“Tutte rispettano i limiti di legge, ma in sei casi abbiamo trovato tracce di ftalati, sostanze plastificanti accusate di modificare il sistema ormonale. Una presenza sgradita e della quale si può fare a meno”, si legge.

Non si tratta di una presenza fuorilegge, anche perché il limite previsto dalla normativa europea è di 1.000 mg/kg (o ppm), ma gli ftalati che vengono usati nelle stampe delle mutandine, sono considerate comunque delle sostanze che non fanno di certo bene ai più piccoli.

Ecco le marche che contengono ftalati

Delle marche analizzate, alcune sono risultate completamente prive di ftalati, altre invece hanno una soglia massima di 38 mg/kg nel caso di Prenatal (due ftalati) a un minimo di 8 mg/kg in H&M, passando per i 9 ppm di Super Wings (SunCity), i 10 ppm di Blue Kids – Disney Princess, i 14 ppm rilevati sul prodotto della Disney Store e i 21 della mutandina Zootropolis (Caesar Confezioni, due ftalati).

Perché vengono utilizzati gli ftalati nelle mutandine? Per rendere più morbidi i prodotti plastificati quindi in questo caso le stampe come orsetti, principesse, stelline e i personaggi dei cartoni animati tanto amati dai piccini.

“Questi composti sono sospetti agenti cancerogeni e risultano tossici per il fegato e per i reni, interferiscono con lo sviluppo degli organi riproduttivi dei mammiferi in quanto la loro struttura può essere confusa a livello cellulare con quella di alcuni ormoni estrogeni”,scrive il Salvagente.

Per riassumere, quindi, tracce di ftalati (ma ribadiamo, all’interno della soglia stabilita) sono state trovate nelle mutandine di:

Prenatal

H&M

Super Wings (SunCity)

Blue Kids – Disney Princess

Disney Store

Zootropolis (Caesar Confezioni)

Completamente assenti da ftalati, glifosato, ammine aromatiche, coloranti allergeni e coloranti cancerogeni:

Le marche di seguito sono risultate secondo il test: eccellenti, perché prive di sostanze nocive.

Auchan

Chicco

Blue Kids

Coop (primo prezzo)

Coop (cotone bio)

Liabel Kids

Du Pareil au meme

Little Brio

OVS

Tex (Carrefour)

Tezenis

Sicem

Zara Girl

Z

slip bambini

Scopriamo cosa sono gli ftalati:

Il Salvagente ha inviato i risultati del test alle sei aziende interessate, tutte hanno risposte più o meno alla medesima maniera confermando la presenza di ftalati ma ribadendo che i livelli sono inferiori al limite fissato dalla normativa di sicurezza europea conferma la conformità del prodotto.

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook