La casa virtuale di Bruno Munari apre le porte ai bambini con libri, giochi e laboratori che cambiano lo sguardo sul mondo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Designer, scultore, grafico, architetto, scrittore e molto altro ancora, Bruno Munari ha contribuito a cambiare il mondo dell’arte attraverso le sue sperimentazioni visive e tattili, grazie a una creatività unica nel suo genere. Realizzò opere indimenticabili dimostrandosi poliedrico, passando dalla pubblicità all’industrial design, dalla pittura alla cinematografia, producendo anche libri per la scuola, giochi, laboratori grafici, libri di ricerca.

Amava moltissimo anche i bambini convinto che “giocare è una cosa seria“, e che i bambini debbano crescere liberi da stereotipi, aiutati a sviluppare tutti i sensi e a diventare più sensibili. Perché “un bambino creativo è un bambino felice“.

Per aiutarli a giocare in modo intelligente, Munari inventò dei giochi come “la Scatola di Architettura“, che include mattoni in legno che permettono di costruire edifici, e ancora “il Gatto Meo“, gatto in gommapiuma e fil di ferro che cambia posizione, ma anche la giraffa Pasqualina, Labirinto, Trasformazioni e molti altri ancora.

Diede anche vita a un laboratorio per bambini dove si giocava all’arte visiva, sperimentando tecniche e regole delle opere d’arte. Il metodo “Giocare con l’arte” ebbe un successo strepitoso e i laboratori vennero poi riproposti sotto il nome “Metodo Bruno Munari“.

munari bruno

©In Casa con Munari

Proprio al suo genio è dedicato lo spazio virtuale “In casa con Munari“, creato dall’associazione Bruno Munari e dall’azienda Incode di Cremona, pensato per le famiglie e gli insegnanti fermi a casa a causa dell’emergenza coronavirus.

La casa di Munari è suddivisa in stanze, proprio come una vera casa, dalla biblioteca al terrazzo, dal laboratorio alla stanza dei giochi, che accolgono testi, racconti e attività del Metodo Bruno Munari realizzabili attraverso oggetti di uso comune.

Una scelta non casuale che vuole dare la possibilità a tutti, in questo periodo di reclusione, di partecipare alle attività proposte online. Gli oggetti man mano realizzati, inoltre, non finiranno in un cassetto sperduto ma diventeranno parte di un bellissimo Museo virtuale.

Oltrepassando la porta rossa si accede alla Biblioteca, dove Silvana, presidente dell’Associazione Bruno Munari, legge alcuni libri dell’autore, da “Toc toc. Chi è? Apri la porta” a “Il prestigiatore giallo” e “Gigi cerca il suo berretto“.

Nel laboratorio dalla porta gialla si fanno insieme libri da leggere, si impara a riscoprire la meraviglia, si cambia lo sguardo sul mondo attraverso l’intramontabile tecnica del collage.

E in terrazzo, dalla porta blu, che succede? Qui è la natura la vera insegnante! Mentre nella stanza dei giochi Munari ci racconta i suoi giochi e ci insegna a realizzarli con oggetti di uso comune.

FONTE: In casa con Munari

Ti potrebbe interessare anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook