Rischio impetigine in spiaggia? Cos’è e come proteggere i bambini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sapete che in estate aumenta il rischio di contrarre infezioni cutanee da “impetigine”, soprattutto nei bambini? Sarebbero molteplici le segnalazioni in merito a diversi casi di infezioni cutanee contratte da bambini, in special modo al di sotto dei 10 anni e adulti villeggianti nelle zone balneari. In molti gridano all’allarme. Ma cosa c’è di vero? E cos’è l’impetigine?

Si tratta, in realtà, un disturbo piuttosto comune: è una dermatite causata da Streptococcus pyogenes e a volte anche da Staphylococcus aureus. Appartiene al gruppo delle piodermatiti, un’infezione batterica contagiosa e si trasmette per contatto diretto o mediato.

Si manifesta con la presenza di bolle orticanti dal colore giallastro, accompagnate da rossori e infiammazioni localizzate soprattutto sul viso, collo e mani ma anche sul cuoio capelluto, ad esempio in seguito a una pediculosi. Le cause scatenanti sono da ricercare principalmente nella cattiva igiene ma possono essere diverse come il sole, il mare, l’acqua salata o la puntura d’insetti.

Come prevenire questa infezione? Basta rispettare le norme fondamentali d’igiene, come la detersione quotidiana per rimuovere dalla pelle i residui di acqua salata del mare. Nei bambini è importante anche fare attenzione alle punture d’insetto, evitando che i piccoli si grattino, in modo da impedire l’impianto dei batteri e la diffusione dell’infezione.

È importante, quindi, sciacquarsi e far la doccia spesso, soprattutto farla dopo essere usciti dal mare. Evitare di grattarsi troppo, se punti da un insetto, per non lasciare la pelle ferita scoperta e buona preda dell’attacco batterico.

Infine, come sempre ricordiamo, è ancora più importante stare attenti a stare troppo al sole: in caso di attacco batterico la pelle già infiammata è un accesso “comodo” all’organismo. L’ampia diffusione dei contagi ha indotto Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” ad allertare e far ricordare queste semplici regole.

Roberta Ragni

Leggi anche:

VIAGGI ALL’ESTERO: COME RENDERLI SICURI ED EVITARE RISCHI E INFEZIONI

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook