Greta Thunberg dona 100mila dollari all’Unicef per aiutare a difendere i diritti dei bambini durante la pandemia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Greta Thunberg, l’ormai nota giovane attivista svedese, ha annunciato di aver donato un premio di 100mila dollari all’Unicef che lo utilizzerà per combattere gli effetti della pandemia da coronavirus sui bambini. Come ha ricordato Greta, infatti, questa è, a tutti gli effetti, anche una crisi dei diritti dell’infanzia.

Ad annunciare di essere la vincitrice del premio di 100mila dollari offerto dall’organizzazione danese Human Act è Greta stessa sul suo profilo Twitter. La giovane attivista specifica di essere stata onorata di ricevere tale premio ma anche di averlo “girato” immediatamente all’Unicef come aiuto concreto contro il coronavirus. E’ questa l’occasione per la giovane attivista di lanciare una compagna di finanziamento per sostenere l’Unicef durante l’attuale emergenza sanitaria. Alla campagna partecipa anche Human Act che ha aggiunto al premio assegnato a Greta ulteriori 100mila euro.

Ora però si chiede la collaborazione di tutti.

“Come la crisi climatica, la pandemia di coronavirus è una crisi dei diritti dei bambini. Colpirà tutti i bambini, ora e nel lungo periodo, ma i gruppi vulnerabili saranno maggiormente colpiti. Chiedo a tutti di farsi avanti e unirsi a me a sostegno del lavoro vitale dell’UNICEF per salvare la vita dei bambini, proteggere la salute e continuare l’istruzione ” ha dichiarato Greta in una nota.

L’Unicef utilizzerà la donazione per sostenere i bambini colpiti dalla chiusura delle scuole ma anche quelli i cui diritti sono a rischio a causa delle conseguenze sociali ed economiche delle restrizioni, imposte un po’ in tutto il mondo per arginare la diffusione dei contagi.

Il denaro raccolto dalla campagna sarà poi utilizzato per fornire ai bambini sapone, mascherine, guanti e prodotti per l’igiene.

I fondi, dunque, come dichiarato dall’Unicef saranno utilizzati sopratutto per far fronte a “carenza di cibo, sistemi sanitari precari, violenza e istruzione perduta“.

Le Nazioni Unite hanno  avvertito che ben 66 milioni di bambini potrebbero cadere in estrema povertà a causa della crisi economica globale causata dai blocchi del coronavirus. Quindi ora più che mai c’è bisogno davvero di tutelare i loro diritti.

Se volete partecipare alla donazione in favore dell’Unicef potete cliccare qui.

Fonti di riferimento: Unicef/ BBC/Twitter

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook