Girello per bambini: ecco perché è meglio non usarlo, parola dei pediatri

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Girello sì o girello no? I pediatri americani non hanno dubbi: meglio sarebbe se il girello non venisse usato, perché non solo rallenta lo sviluppo psicomotorio del bebè, ma anche perché potrebbe causargli vere e proprie fratture.

Si stima, infatti, che tra il 1990 e il 2014 più di 230mila bambini sotto i 15 mesi siano stati trattati per ferite legate proprio ai girelli. Secondo un’analisi pubblicata sulla rivista Pediatrics dall’American Academy of Pediatrics, questi “dispositivi” non hanno alcun vantaggio sullo sviluppo e creano solo un rischio per i bambini.

Sebbene sia apprezzato dai bimbi perché si vedono più “liberi” di girovagare per casa, il girello in realtà non è stato quasi mai visto di buon occhi dagli specialisti. Le sue “colpe” sono soprattutto quelle di far impostare male l’andatura, di non permettere al bambino di allenare la muscolatura e il senso dell’equilibrio e di non favorire così la possibilità di camminare prima (contrariamente a quanto si pensi).

Secondo lo studio americano, dei 230.676 bambini arrivati al pronto soccorso per ferite legate all’uso dei girelli oltre il 90% ha riportato lesioni alla testa e al collo e la causa più comune di infortunio – il 74,1% – è la caduta dalle scale.

La soluzione dei pediatri a stelle e strisce? Vietare di legge l’uso dei girelli, esattamente come già accade in Canada. Un provvedimento drastico, ma ora i medici aggiungono alle note negative già esistenti anche un numero troppo elevato di ferite.

Gli svantaggi del girello

Pare comodo, perché consente a mamma e a papà di fare le loro faccende mentre il piccolo sgambetta beato, ma dalla sua ha troppi lati negativi:

  • interferisce in modo negativo sullo sviluppo psicomotorio
  • impedisce al bambino di sperimentare le cadute e quindi di sviluppare un corretto senso dell’equilibrio
  • non consente al bimbo di guardarsi gambe e piedini
  • non gli permette di afferrare gli oggetti
  • può obbligare il bebèa una posizione che preme troppo sull’anca e indurlo a camminare “in punta di piedi”

Se proprio lo volete usare, insomma, fatelo per brevi periodi di tempi e tenete in mente alcune regole, come:

  • far funzionare il girello solo su superfici lisce ed eliminare i tappeti
  • attenzione agli angoli sporgenti di elettrodomestici, camini, caloriferi e agli oggetti sospesi
  • bloccare l’accesso alle scaleù
  • non sollevare, né trasportare un girello con un bambino all’interno
  • non lasciare incustodito il piccolo nel girello

Leggi anche

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook