Stop-Vid: il gioco di squadra gratuito che tutti i bambini dovrebbero scaricare in questi giorni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E’ uscito un bel libro-gioco cooperativo per bambini dedicato proprio al coronavirus. Si può scaricare gratuitamente ed è perfetto per affrontare meglio questi giorni di quarantena insieme ai più piccoli.

Si chiama Stop-vid ed è un gioco per bambini dai 3 ai 10 anni (ma al quale possono partecipare anche gli adulti) ideato da Manuel Pucci di Ludobus.org – legnogiocando e dallo psicoterapeuta Luca Giulivi, che sono nostri lettori e ci hanno prontamente segnalato l’uscita raccontandoci anche come è nata l’idea e qual è lo scopo ultimo del gioco:

“Abbiamo pensato a un modo alternativo per far giocare tante persone senza spostarci. Presi dall’entusiasmo, dal desiderio di renderci utili, abbiamo pensato di poter costruire una narrativa diversa e di offrire ad adulti e bambini un modo per essere davvero protagonisti di questa storia. È nato così STOP-VID, un gioco interattivo pensato per far giocare i bambini da 3 a 10 anni, ma anche per aiutare i genitori ad affrontare la situazione di emergenza con le sue restrizioni come un gioco. In questo modo i bambini si sentiranno protagonisti e, nel seguire il percorso, svilupperanno competenze e conoscenze utili e responsabili. Ma non solo, perché nel seguire le “missioni” supereranno questo momento con leggerezza e fantasia. Cerchiamo di lasciare un ricordo costruttivo di quello che stiamo vivendo: sostituiamo il limite con lo scopo e il disagio con la volontà di superarlo!“.

Un ottimo passatempo educativo, dunque, per aiutare i piccoli ad affrontare meglio e nella modalità che preferiscono, quella appunto del gioco, la quarantena dovuta all’emergenza sanitaria in corso.

Intanto specifichiamo che si tratta di un gioco cooperativo. Che significa? È un gioco in cui tutti coloro che partecipano gareggiano insieme per un obiettivo comune, in questo caso fermare il “virus cattivone”.

Ogni giocatore, quindi, è un aspirante “stopper” e collabora con gli altri per impedire che il virus si diffonda mettendo a rischio la salute delle persone. Tutto il mondo fa parte di un’unica grande squadra che si chiama Terra, a sua volta questa è divisa in Team, ognuno di un colore diverso.

stop-vid-cos-e

Foto © ludobus.org

Lo scopo del gioco, le cui fasi vanno dal 10 aprile al 3 maggio 2020, è quello di raccogliere punti (non c’è un vero e proprio tabellone per farlo e ognuno può scegliere la modalità che preferisce per tenere il conto). Ogni Team accumulerà i propri e tutti andranno a beneficio della squadra “madre”, la Terra. Più punti si accumulano e maggiori sono le possibilità di fermare il virus, impedendogli di saltare da una persona all’altra e aiutando così anche gli scienziati a trovare un modo per sconfiggerlo.

Quali sono le attività da fare nel concreto con i bambini? Disegni, attività manuali, inventare canzoni, aiuto in casa, attività fisica, caccia al tesoro, giocare a fare i reporter, curare le piantine o gli amici animali e tanti altri giochi originali.

stop-vid

Foto © ludobus.org

Foto © ludobus.org

Ma si ottengono punti anche semplicemente per ogni giorno che si è trascorso in casa e per tutte le volte che ci si è lavati le mani.

I punti però si possono anche perdere. Ad esempio se non ci si copre quando si tossisce o sternutisce, se si sta troppo tempo davanti alla tv o se non si mantiene la distanza di sicurezza di 1 metro.

Una volta raggiunti i 100 punti, chi vuole, può passare alla fase successiva del gioco. Bisogna inviare a [email protected] una mail con nome dei bambini, nome che si è scelto per il team e componenti, totale dei punti ottenuti e qualche foto delle cose realizzate (facoltativo). Via mail arriverà l’attestato di STOPPER e, chi vorrà, potrà giocare al secondo livello.

stop-vid-fasi

Foto © ludobus.org

Un gioco davvero ricco di spunti interessanti e proposte per i più piccoli ma anche riflessioni utili ai grandi. Se vi ha incuriosito, potete scaricarlo gratuitamente qui e leggere tutti i dettagli per partecipare. Come consigliano gli autori, non stampiamolo, non è necessario e in questo modo proteggiamo l’ambiente.

Che la sfida (contro il virus) abbia inizio. La Terra sicuramente vincerà!

Fonte: Ludobus.org

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook