Il fumo in gravidanza fa male al feto. Le prove in un eco 4D

Fumo gravidazna

Vietato fumare in gravidanza! Il fumo fa male al feto, da qui non se ne scappa: una ricerca lo ribadisce e una sconvolgente ecografia in 4D ne dà conferma.

Con una serie di scansioni fatte in determinati periodi della gestazione su 20 mamme britanniche, la dottoressa Nadja Reissland ha infatti dimostrato le reazioni del feto al fumo da sigaretta. E i risultati parlano chiaro: il feto ne soffre e lo si vede dai continui movimenti del visino.

Insomma, il fumo in gravidanza non solo può essere motivo di asma nel nascituro e sinonimo di mille altri problemi, ma può anche portare a un ritardo nello sviluppo del sistema nervoso.

La dottoressa Reissland, che ha condotto la ricerca, ha monitorato 20 mamme che frequentano il James Cook University Hospital di Middlesbrough del Regno Unito, quattro delle quali fumano una media di 14 sigarette al giorno.

Dopo aver analizzato le scansioni fatte a 24, 28, 32 e 36 settimane di gravidanza, la ricercatrice ha rilevato che i feti delle madri col vizio del fumo presentano tassi molto più alti di movimenti della bocca e si toccano molto più spesso la faccia con le manine. E poi, man mano che ci si avvicina al momento del parto, il feto si muove meno e questo, secondo gli esperti, indicherebbe un ritardo nello sviluppo del sistema nervoso centrale.

ecofetofumo

La ricerca, condotta dalle università di Durham e Lancaster, è stata pubblicata sulla rivista Acta Paediatrica. I bambini sottoposti allo studio sono poi comunque nati in salute e con peso normale.

Secondo i dati raccolti dal Centers for Disease Control and Prevention (CDC), le donne che fumano durante i nove mesi di attesa hanno maggiori possibilità di dare alla luce bambini prematuri o oltre tre settimane prima del termine previsto. I nascituri in questi casi rischiano di avere un peso ridotto alla nascita e di dover trascorrere molto tempo prima di lasciare l’ospedale. Fumare durante la gravidanza, inoltre, aumenta il rischio di morte improvvisa del lattante (SIDS) e il rischio di difetti come il labbro leporino e la palatoschisi.

Insomma, la gravidanza dovrebbe essere una motivazione abbastanza forte per dire addio alle bionde. Forza, signore care, non si scherza mica con quel pancione!

Germana Carillo

LEGGI anche:

Fumo in gravidanza: asma assicurato per figli e nipoti

Futuro papa’ importante quanto la mamma per la salute del nascituro

Pannolini gratis per le mamme in dolce attesa che smettono di fumare

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

Decathlon

Hai una bici usata? Torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

Schar

Il pane senza glutine: tipi di pane e cereali utilizzati

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

tuvali
seguici su Facebook