Ftalati: l’esposizione durante la gravidanza può causare gravi problemi ai bebè

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gli ftalati, prodotti chimici che agiscono sul sistema endocrino presenti in molti prodotti in commercio, dai giocattoli di plastica ai materiali da costruzione, fino agli shampoo, potrebbero rappresentare un grave rischio per i bambini che vi sono stati esposti in periodo prenatale. La conseguenza sembra essere l’insorgere di problemi comportamentali e nello sviluppo del cervello.

Gli ftalati, sostanze talmente dannose da essere bandite dall’U.e dalla produzione dei giocattoli per i bambini, dimostrano ancora una volta tutta la loro pericolosità.

Dopo la ricerca che dimostrava un collegamento tra ftalati e aumento del peso corporeo, un nuovo studio della Columbia University Mailman School of Public Health, pubblicato su Environmental Health Perspectives, accresce ancora di più le preoccupazioni per gli effetti sulla salute di queste sostanze.

Dopo aver effettuato degli studi su bambini in età scolare nati tra il 1999 e il 2006, gli scienziati hanno scoperto il legame tra l’esposizione agli ftalati durante la gravidanza, misurando i metaboliti di 4 ftalati nelle urine materne come marcatori di esposizione prenatale, e alcuni disturbi di tipo mentale, motorio e comportamentale (reattività, ansia, depressione).

I nostri risultati suggeriscono che l’esposizione prenatale a questi ftalati influisce negativamente sullo sviluppo mentale infantile e sullo sviluppo motorio e comportamentale durante l’età prescolare, – ha dichiarato il direttore dello studio, il dottor Whyattquesti risultati si aggiungono ad una crescente preoccupazione per la salute pubblica circa l’uso diffuso di ftalati nei prodotti di consumo.”

Sono ancora necessari molti studi per comprendere a fondo gli effetti biologici di queste sostanze comuni”, ha spiegato il dottor Whyatt. Ma attualmente gli scienziati sono comunque abbastanza sicuri che esse interferiscano con il sistema endocrino e che possano avere un forte impatto sul delicato equilibrio ormonale del nostro corpo.

Nel frattempo, meglio correre ai ripari, scegliendo prodotti naturali e ricordandosi di leggere la composizione dei prodotti riportata sull’etichetta.

Scopri quali sono le 6 alternative naturali allo shampoo, quali i composti chimici da tenere lontano dal bagno e come è possibile sostituire i giocattoli di plastica.

Roberta Ragni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook