Colazione gratis e mensa a 1 euro: al via la sperimentazione nelle scuole francesi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Mensa a un euro e colazione gratuita nelle scuole: eccole le due misure del piano nazionale contro la povertà presentato da Emmanuel Macron lo scorso novembre e che verranno introdotte gradualmente a partire dalla fine del mese di aprile.

Per quanto riguarda le colazioni gratuite, si tratterà per ora di una sorta di sperimentazione (che partirà il prossimo 17 aprile) che coinvolgerà gli studenti di otto scuole provenienti da quartieri svantaggiati, prima della loro ufficiale entrata in vigore prevista per settembre, tra cui Tolosa, Amiens e Montpellier.

“Una misura di buon senso che affronta le radici della disuguaglianza. Nelle aree svantaggiate, un bambino su dieci va a scuola affamato, quindi non ha le stesse possibilità di imparare come un compagno a stomaco pieno”, afferma Christelle Dubos, sottosegretaria alla Solidarietà e Salute.

Quanto alla mensa, i comuni committenti riceveranno un aiuto di Stato di due euro a pasto, che addebiteranno solo 1 euro, e la misura riguarderà fino a 10mila comuni.

Le misure fanno parte del piano povertà di Macron, che prevede 8,5 miliardi di aiuti in 4 anni.

Tra le altre misure promesse, il “reddito universale di attività” entrerà in vigore nel 2020 e sarà una specie di reddito di cittadinanza previsto nel momento in cui le entrate scendono sotto una certa soglia e che risulterà dalla semplificazione e fusione di diritti già esistenti, come il reddito sociale o l’assegno per la casa, facilitandone l’accesso.

Un progetto chiaro e lungimirante, che pare accontentare davvero tutti trasversalmente. Mentre qui ancora si fanno i conti con chi deve fare cosa per avere il famoso reddito di cittadinanza e, dalle mense scolastiche, ogni tanto arriva la notizia che al bimbo indigente non è stato offerto il pasto dovuto perché i genitori non avevano saldato la mensa, dagli altri Paesi arrivano forti i segnali che essere solidali e vicini a tutti si può.

Ma mutuare (anche) un’idea come la colazione gratis a scuola anche in Italia rischierebbe di diventare una chimera, visto il numero di Comuni che qui da noi hanno i bilanci in negativo o sono piuttosto in bancarotta…

Leggi anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook