Dermatite atopica: aggiungere emollienti nell’acqua del bagno è inutile e non allevia l’eczema

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Utilizzare additivi emollienti nel trattamento dell’eczema nei bambini non apporta alcun beneficio. Lo rivela una nuova ricerca secondo cui uno dei trattamenti più usati per l’eczema infantile non è molto utile.

Finanziato dal National Institute for Health Research (NIHR), lo studio condotto dall’Università di Southampton in collaborazione con l’Università di Bristol, quella di Cardiff e di Nottingham, ha rilevato che versare additivi emollienti nel bagnetto non offre benefici sensibili per la dermatite atopica.

Gli emollienti spesso sono al centro del trattamento, forniscono una barriera sulla pelle, riducono la perdita di umidità e proteggono la pelle. Anche se vi è consenso clinico riguardo ai sostituti del sapone, esistono scarse prove sui benefici degli additivi emollienti per il bagno.

Lo studio sugli emollienti

Visto l’elevato numero di partecipanti, si tratta del più ampio studio effettuato sui bagni emollienti fino ad oggi. Alla ricerca hanno preso parte 482 bambini con eczema assegnati in modo casuale a due gruppi. Al primo è stato chiesto di usare additivi emollienti per il bagno per un anno intero mentre al secondo l’altro è stato chiesto di non utilizzarli.

Le famiglie hanno poi compilato dei questionari settimanali durante le prime 16 settimane, ripetendoli ogni quattro settimane fino alla fine dell’anno dei test.

Al termine delle 52 settimane, i ricercatori hanno notato che non vi erano differenze significative nella gravità dell’eczema tra i due gruppi nel corso dell’anno. Inoltre, non c’era differenza neanche nel miglioramento dei fastidi come il bruciore o il rossore dopo il bagno, che ha colpito un terzo dei bambini di entrambi i gruppi.

eczema bambini

La gestione dell‘eczema infantile solitamente consiste nell’abbandono del sapone e nel trattamento con emollienti durante il bagno e unguenti corticosteroidi. Gli scienziati suggeriscono quindi di continuare a utilizzare questi trattamenti, chiaramente sotto controllo medico.

La dott.ssa Miriam Santer, dell’Università di Southampton a capo dello studio, ha spiegato: “I risultati di questo studio dimostrano che versare emollienti da bagno nell’acqua non aiuta davvero i bambini” Prosegue: “Questa è una buona notizia, in quanto ci avvicina di un passo al sapere come consigliare meglio i genitori di bambini con eczema, anche se rimangono molte domande su altri aspetti dei trattamenti”.

Lo studio è stato pubblicato sul British Medical Journal.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook