Muore a 5 anni, per una rara complicanza del COVID-19, figlia dei primi soccorritori di Detroit

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una bimba di 5 anni è morta dopo meno di un mese di ricovero in ospedale stroncata da una rara complicazione causata dal virus SArs-Cov-2 . È ufficialmente la prima vittima minorenne nello stato del Michigan.

Skylar Herbert,è stata stroncata, infatti, da una grave meningite provocata dal Covid-19. La piccola era figlia di un vigile del fuoco e di una poliziotta, entrambi impegnati nei primi soccorsi all’inizio dell’epidemia ed è morta la scorsa domenica al Beaumont Royal Oak Hospital.

Un paio di settimane prima il personale medico aveva deciso di attaccarla ad un respiratore polmonare come precauzione, ma purtroppo la bambina è stata stroncata dalla meningoencefalite, una rara e pericolosa complicazione del coronavirus.

“Abbiamo deciso di staccarla dal ventilatore. I medici ci hanno detto che era morta cerebralmente e che non sarebbe più tornata da noi, un miglioramento sarebbe stato impossibile”.

ha raccontato LaVondria Herbert, la madre di Skylar, al The Detroit News.

@The Detroit News

Tutto è iniziato con un forte mal di testa che non dava pace alla bimba. In preda alla preoccupazione, i genitori avevano chiamato il pediatra che, dopo averla visitata, le aveva prescritto un antibiotico e mandata a casa per riposare.

Ma il mal di testa di Skylar non accennava a diminuire. Da qui la decisione di portarla al pronto soccorso del Beaumont Royal Oak Hospital, dove la piccola è stata sottoposta al tampone per Covid-19 risultando positiva. Qualche giorno dopo è stata trasferita nel reparto di rianimazione, dove è rimasta attaccata ad un ventilatore per le due settimane seguenti fino alla sua morte.

Non è ancora chiaro da chi sia stata contagiata la piccola: entrambi i suoi genitori hanno avuto sintomi del virus, con suo padre che aveva recentemente superato febbre e polmonite. Sua madre, invece, ha affermato di aver perso il senso del gusto e dell’olfatto intorno al 20 marzo. Mentre la madre di Skylar non è stata in grado di sottoporsi al test, suo padre è stato sottoposto al tampone  intorno al 25 marzo risultando negativo.

Dopo il dramma, la madre della bimba, distrutta dal dolore, ci tiene a ribadire quanto sia importante seguire le misure per evitare altri morti:

“Rispettate l’isolamento sociale, indossate le mascherine, lavate le mani. Non capisco perché la gente non riesce a sedersi e rilassarsi. Questa situazione sta toccando tutti”.

Adesso il desiderio più grande della famiglia di Skylar è che si trovi al più presto una cura per il coronavirus affinché nessun altro genitore possa vivere una tragedia come la loro.

Fonte: The Detroit News

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook