©Shutterstock/Viacheslav Lopatin

Bonus babysitter di 1000 euro per famiglie nelle zone rosse, a chi spetta e come richiederlo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ritorna ufficialmente il bonus babysitter, questa volta per i genitori che hanno figli che dovranno rimanere a casa con la chiusura delle scuole medie nelle Regioni considerate zone rosse.

Chi può richiederlo, come fare domanda, a quanto ammonta ?

Per i genitori di ragazzi di seconda e terza media che seguiranno le lezioni da casa, è stato confermato il bonus baby sitter da 1000 euro e, nel caso in cui non possano fare smart working, congedo straordinario con indennità pari al 50 % della retribuzione.

Le misure sono contenute nel decreto Ristori Bis, approvato nella notte in Consiglio dei ministri.

Bonus babysitter da 1.000 euro, chi può richiederlo

“Nelle regioni rosse nelle quali è prevista la sospensione delle attività scolastiche nelle seconde e terze classi delle scuole secondarie di primo grado viene previsto un bonus baby sitter da 1.000 euro e, nel caso in cui la prestazione di lavoro non possa essere resa in modalità agile, il congedo straordinario con il riconoscimento di un’indennità pari al 50 % della retribuzione mensile per i genitori lavoratori dipendenti”, si legge in un comunicato del Consiglio dei ministri.

Potrà dunque richiederlo chi si trova nelle zone rosse, ha figli in seconda e terza media.

Come fare la richiesta

La domanda potrà essere fatta tramite il servizio online (in allestimento), il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o numero 06.164.164 (da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante), o in alternativa tramite i patronati.

Al momento, non è ancora possibile richiedere il bonus e le modalità saranno stabilite dall’Inps.

Il beneficio vale solamente per il periodo di “sospensione dell’attività didattica in presenza”.

Attivare il libretto famiglia

Se funzionerà come gli altri bonus babysitter erogati durante l’emergenza Covid-19, tutti dovranno registrarsi sul sito dell’INPS come utilizzatori nella sezione dedicata alle prestazioni occasionali > “Libretto Famiglia link”. Ma, per poter usufruire del bonus, anche i/le baby sitter dovranno essere registrati nel registro dei prestatoriconfermando di aver ricevuto tali somme come erogatori del servizio.

Fonte: Consigli dei ministri

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Instagram

Seguici anche su Instagram, greenMe sempre a portata di mano

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook