Oltre 6 mesi di congedo parentale anche per i papà. La Finlandia lo sta facendo davvero

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il nuovo governo finlandese guidato da Sanna Marin  ha annunciato l’intenzione di concedere a tutti i genitori lo stesso congedo parentale, un sistema che consentirà di promuovere il benessere e la parità di genere nelle famiglie, incentivando i papà a dedicare più tempo ai propri figli.

Il ministro della Salute e degli affari sociali, Aino-Kaisa Pekonen, ha presentato il nuovo modello di congedo familiare del governo in una conferenza stampa. “Una riforma radicale” che riguarda le famiglie, studiata con l’obiettivo di rafforzare il rapporto dei genitori con i propri figli, concedendo la possibilità anche ai padri di trascorrere più tempo con loro .

A suo avviso, la riforma renderà anche più facile per le famiglie far fronte alla gestione dei nuovi arrivati, condividendo il carico che inevitabilmente comporta la nascita di un figlio in modo più uniforme tra i due genitori. Inoltre un altro obiettivo è quello di favorire l’uguaglianza sul posto di lavoro.

Il modello, ha sottolineato il ministro, offre più libertà di scelta e flessibilità rispetto al sistema attuale. Questo ha lo scopo di aumentare la parità tra genitori e di conciliare lavoro e studio o lavoro con la vita familiare.

In base all’attuale sistema, in Finlandia il congedo di maternità è di 4,2 mesi, mentre ai padri vengono concessi 2,2 mesi fino al compimento dei due anni. Inoltre, possono essere condivisi altri sei mesi di congedo parentale. In media, però, solo un padre su quattro usufruisce di quanto gli viene offerto.

Con la riforma prevista in questo paese, il congedo parentale retribuito aumenta fino ad un totale di 14 mesi, che equivale a 164 giorni per ciascun genitore. Ciò significa che la mamma, ma anche il papà, riceverà un congedo di 6,6 mesi. I genitori sono inoltre autorizzati a trasferire 69 giorni della loro quota mentre mamme e papà single potranno utilizzare entrambe le indennità.

La legge usa anche un linguaggio neutro rispetto al genere proprio perché non vuole favorire i sussidi basati su questo aspetto.

Se effettivamente attuata (l’entrata in vigore è prevista non prima del 2021), la riforma costerebbe circa 100 milioni di euro in più all’anno rispetto all’attuale sistema.

Ad avere il più generoso sistema europeo di congedo parentale, rimarrà comunque, con 240 giorni per ciascun genitore, la vicina Svezia.

Fonti di riferimento: hameensanomat/uutiset/ BBC

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook