Nidi gratis e bonus famiglia 2018-2019: in Lombardia confermate le misure di sostegno. Ecco come accedere

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nidi gratis. La Regione Lombardia conferma anche per il 2018-2019 le misure a sostegno delle famiglie con i nidi gratis e con bonus alle donne in gravidanza in difficoltà economiche per un totale di 2 milioni di euro. Come l’anno scorso, la Regione infatti ha disposto una misura volta ad aiutare le famiglie che hanno bambini iscritti ai nidi pubblici o privati convenzionati e le donne in attesa. Le domande vanno inoltrate da settembre 2018.

Possono farne richiesta le famiglie con entrambi i genitori occupati e un ISEE fino a 20mila euro. In caso di disoccupazione, va dimostrato di aver sottoscritto il programma di reintegro nel mondo del lavoro. Il Bonus famiglia è invece un contributo di € 1.800 per figlio, assegnato a seguito a una verifica dei requisiti, sia in caso di gravidanza sia in caso di adozione ed è riconosciuto a donne “in condizioni di fragilità”.

L’obiettivo, dunque, è quello di sostenere le famiglie in condizione di vulnerabilità economica e sociale, facilitare l’accesso ai servizi per la prima infanzia e azzerare, ad integrazione delle agevolazioni tariffarie già previste dai Comuni, la retta altrimenti dovuta dai genitori per la frequenza del proprio figlio in nidi e micro nidi ammessi alla misura.

La Regione Lombardia rimborsa i Comuni in nome e per conto delle famiglie, che non dovranno quindi effettuare alcun pagamento, ma l’azzeramento della retta dovrà essere subordinato ad alcuni punti come:

  • all’adesione alla misura da parte del Comune
  • all’iscrizione e frequenza del bambino a un nido o micro-nido ammesso alla misura
  • nel caso di nido convenzionato, alla circostanza che il posto occupato dal bambino sia tra quelli acquisiti dal Comune in convenzione
  • all’applicazione di tariffe commisurate all’ISEE al nucleo familiare

Come accedere alla misura

A partire dal mese di settembre, la domanda dovrà essere presentata online sulla piattaforma “Sistema Agevolazioni – SIAGE”, autenticandosi con la tessera sanitaria CRS/TS-CNS con PIN e lettore di smartcard (le famiglie possono rivolgersi agli Uffici Territoriali di Regione Lombardia, all’ Ats – Asst per il rilascio del Pin) oppure con le credenziali SPID rilasciate dai soggetti accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale.

Le famiglie interessate possono iniziare a fare richiesta
• del Pin della CRS (clic su Come Accedere e poi Richiedere il Pin)
• oppure dello SPID .

L’ autenticazione con tessera CRS/TS-CNS o credenziali SPID vale anche per chi si è già registrato al portale SIAGE con username e password.

Qui trovate tutte le informazioni e i contatti utili.

Leggi anche

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook