Ritiro bambola prodotta in Cina per ftalati oltre i limiti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ftalati in grandi quantità in una bambola proveniente dalla Cina. Il Ministero della salute ne ha disposto così il richiamo perché l’eccesso di tali sostanza potrebbe causare danni al sistema riproduttivo.

Un gioco che dovrebbe essere sicuro, maneggiato da bambini e bambine, può arrecare gravi conseguenze sulla loro salute. È scandaloso ma purtroppo è così, come segnalano le autorità ministeriali tra gli avvisi di sicurezza.

Il giocattolo in questione è la Bambola Vogue Girl, prodotta in Cina e importata in Italia dalla ditta PAMAX Import Export, con sede in Via Giovanni Iervolino, Poggiomarino (NA).

La bambola è venduta in scatola di cartone. Spiega il Ministero della salute che secondo le analisi svolte dal Laboratorio UOOML di Desio, il gioco risulta non conforme ai requisiti richiesti alle voci 51 e 52 dell’Allegato XVII del Regolamento REACH per la presenza di ftalati.

Le analisi sono state effettuate nuovamente dall’ISS su richiesta della ditta e anch’esse è stata riscontrato la non conformità ai requisiti del decreto relativamente al limite di Dibutil ftalato (DBP) e di (2-etil) ftalato (DEHP).

Queste sostanze possono essere dannose per la salute dei piccoli, causando possibili problemi al sistema riproduttivo. Gli ftalati sono noti per gli effetti tossici sia sugli organi riproduttivi e il loro utilizzo in Europa non è consentito a concentrazioni superiori allo 0,1%, né nei giocattoli né negli articoli destinati all’infanzia.

screen richiamo bambola cina

“Il motivo della restrizione è dovuto al pericolo di esposizione che può derivare dal masticare o succhiare per lunghi periodi di tempo oggetti che contengono ftalati, distruttori del sistema endocrino umano” ha spiegato il Ministero della salute

Come fare a capire se la bambola acquistata è quella oggetto di richiamo?

Basta controllare il modello, in questo caso il 738, il lotto 1702141711 e il codice a barre 8033765728607. Se coincidono con questi evitate assolutamente di farla utilizzare ai bambini e riportala al negozio per ottenere un cambio o un rimborso.

Vi consigliamo di scegliere giochi a marchio CE, conformi ai regolamenti europei. Evitiamo l’acquisto di prodotti provenienti dalla Cina. A questo proposito, facciamo attenzione a distinguere il marchio presente nell’etichetta dei giochi. I simboli europeo e cinese sono infatti molto simili. A distinguerli è la distanza tra le lettere, come mostra l’immagine che segue.

marchio ce

Come scegliere giocattoli sicuri e senza tracce di sostanze potenzialmente pericolose? A quali caratteristiche e certificazioni fare attenzione? Per saperne di più potete consultare la nostra guida su come scegliere giochi sicuri e a prova di bambino.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook