Back to school: anche il trolley fa male alla schiena dei bambini, parola degli esperti

Zaino in spalla o trolley? Se pensate che quest’ultimo sia la scelta migliore per evitare problemi alla schiena di bimbi e ragazzi vi sbagliate, parola dei medici dell’Ospedale Koelliker di Torino.

Il trolley, infatti, non aiuta la corretta postura durante la camminata, perché la sbilancia dal lato dello zaino. Inoltre impedisce il pendolamento di un arto e questo si riversa sullo schema del passo, che ne risulta squilibrato, come si legge sul sito dell’Ospedale torinese.

Per non parlare degli studenti che devono salire le scale, per i quali l’utilizzo del trolley non è affatto comodo.

Non che lo zaino classico sia, in ogni circostanza, l’alternativa migliore dato che anch’esso può causare contratture muscolari e posture scorrette, a tutto svantaggio della schiena, ma se utilizzato con le dovute accortezze, non è certo peggiore del “collega” a rotelle.

Detto ciò, il trolley non va necessariamente evitato, dipende dai casi, ma non è nemmeno, come sembrava negli ultimi anni, da preferire sempre e comunque agli zaini tradizionali.

La cosa migliore, neanche a dirlo, sarebbe poter fare completamente a meno dello zaino, di qualunque tipologia esso sia, com’è successo nelle scuole primarie di Rimini o nella cosiddetta Scuola Possibile di Torino.

Ma finché questo non sarà la norma, impariamo perlomeno a scegliere e indossare lo zaino migliore a seconda delle necessità e delle circostanze.

Come indossare correttamente lo zaino

A proposito di zaini tradizionali, i medici dell’Ospedale Koelliker affermano che evitando una serie di comportamenti sbagliati, sia possibile evitare anche eventuali mal di schiena.

Ecco i loro consigli per un uso corretto:

  • non indossare un solo spallaccio, come spesso accade, per evitare che il peso sia distribuito in modo squilibrato;
  • scegliere zaini di un peso adeguato al bambino, ovvero non superiore al 10-15% del suo peso corporeo, come sottolinea anche il Ministero della Salute;
  • preferire zaini ergonomici;
  • preferire zaini dotati di spallacci ampi, imbottiti e regolabili;
  • indossare la cintura in vita perché aiuta a distribuire il peso;
  • per quanto riguarda la sistemazione degli oggetti all’interno, i medici consigliano di riempire lo zaino in altezza e larghezza, mai in profondità, posizionando gli oggetti pesanti nella parte a contatto con la schiena;
  • non utilizzare lo zaino per tempi troppo lunghi, oltre i 30 minuti al giorno.

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
TuVali

+ di 100 corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ su TuVali.it

Gewiss

Joinon: le nuove colonnine di ricarica smart che si gestiscono via app

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook