Auricolari e cuffie: la metà di quelli in commercio è pericolosa per i bambini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Auricolari e cuffie per bambini: sono proprio sicuri? Chi ha dei marmocchi o degli adolescenti alle prime armi in casa potrebbe trovarsi tra le loro cianfrusaglie (anche) degli apparecchi per sentire dritto nelle orecchie della musica o il parlato di un film.

Spesso si legge sulle confezioni “sicuro per le giovani orecchie” o “100% di ascolto sicuro”, ma in realtà la metà degli auricolari e delle cuffie non limitano il volume. Anzi, in alcuni casi produrrebbero suoni così rumorosi da essere pericolosi per le orecchie dei più piccoli.

LEGGI anche: COME PULIRE LE ORECCHIE SENZA USARE I COTTON FIOC

È il risultato dell’analisi condotta dal sito web The Wirecutter del New York Times, che si occupa di prodotti per i consumatori e che ha trovato che la metà delle 30 serie di cuffie per bambini testate non riduce il volume al limite garantito. Le cuffie peggiori producono un suono così forte che potrebbe essere pericoloso per le orecchie già in pochi minuti.

Nell’indagine, 30 tipi di cuffiette e auricolari sono stati testati con una canzone e con il rumore rosa, usato per testare gli apparecchi, per vedere se limitavano il volume a 85 decibel, che è il limite stabilito per i posti di lavoro degli adulti per non più di 8 ore negli Stati Uniti. Mettendo la canzone per 21 secondi al volume massimo d 114 decibel, la metà delle cuffie non riduceva il volume a 85 decibel.

Con il rumore rosa, più della metà delle cuffie eccedeva il limite. Nello studio è stata messa alla prova anche la capacità delle cuffie di ridurre il rumore ambientale e soltanto 4 su 30 auricolari testate sono risultate capaci di farlo. A tutte gli altri, quindi, un voto negativo perché se non c’è la possibilità di eliminare il rumore ambientale, si tende ad aumentare il volume e, di conseguenza, a mettere in pericolo le orecchie.

LEGGI anche: PROTEGGIAMO L’UDITO DEI NOSTRI BAMBINI, WORLD HEARING DAY

In ogni caso, anche con gli auricolari che effettivamente limitano il volume massimo, è sempre necessaria la supervisione dei più grandi. “85 decibel non sono una soglia magica sotto cui si è al sicuro e sopra la quale le orecchie sanguinano”, spiega Brian Fligor, audiologo dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Il consiglio degli esperti è allora quello di tenere il volume dei nostri ragazzi almeno al 60%, in modo che possano sentire se gli si pone una domanda, e far interrompere l’ascolto con le cuffie ogni ora.

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook