Genitori elicottero

Iperprotettivi, sempre pronti a intervenire durante una lite o alla prima difficoltà dei figli. Sono i cosiddetti genitori “elicottero”. La loro presenza pressante però può essere dannosa e mettere a rischio la capacità dei figli di cavarsela da soli.

Lo conferma una nuova ricerca, condotta da un team di psicologi dell'Università del Minnesota.

Identikit dei genitori elicottero

Questa definizione (in inglese Helicopter parents), è stata coniata da Foster W. Cline, M.D e Jim Fay nel loro libro, pubblicato nel 1990 dal titolo "Parenting with Love and Logic: Teaching Children Responsibility".

Riguarda i genitori che sono molto, troppo vicini ai loro figli, che li aiutano a superare ogni difficoltà, soprattutto in ambito scolastico. Proprio come gli elicotteri, infatti, essi sono letteralmente sopra i figli, cercando giustamente di soddisfare i loro bisogni. Purtroppo però lo fanno spesso al di là della reale necessità. Il risultato è che i bambini e i ragazzi vedono risolti tutti i loro problemi, talvolta ancora prima che si presentino.

Sbagliando s'impara: lo studio

Lo hanno confermato anche gli psicologi dell'Università del Minnesota, secondo i quali è naturale e bello che i genitori facciano tutto il possibile per offrire il meglio ai loro figli garantendo salute e sicurezza, ma i bambini hanno bisogno del giusto spazio per imparare a crescere da soli, senza che mamma o papà li “sorvolino”.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Developmental Psychology®, ha rilevato che l'eccessivo controllo da parte dei genitori può influire negativamente sulla capacità di un bambino di gestire le proprie emozioni e i propri comportamenti. I piccoli che non sono in grado di regolare efficacemente le loro emozioni e il loro comportamento spesso fanno anche più fatica a fare amicizia a scuola.

“La nostra ricerca ha dimostrato che i bambini con genitori elicottero potrebbero essere meno in grado di affrontare le difficili richieste della crescita, specialmente nel complesso ambiente scolastico”, ha detto Nicole B. Perry, PhD, dell'Università del Minnesota, autrice principale dello studio.

I ricercatori hanno seguito 422 bambini nel corso di 8 anni e li hanno valutati all'età di 2, 5 e 10 anni, come parte di uno studio sullo sviluppo sociale ed emotivo. I piccoli provenivano da contesti economicamente diversi. I dati hanno riguardato anche le osservazioni delle interazioni tra genitori e figli. Sono state poi integrate con le risposte degli insegnanti e con le autovalutazioni dei bambini, una volta raggiunta l'età di 10 anni. 

Durante le osservazioni, il team di ricerca ha chiesto ai genitori e ai bambini di giocare come se fossero a casa. I genitori elicottero tendevano costantemente a guidare il loro bambino dicendogli con cosa giocare, come usare un giocattolo e come pulire dopo aver fatto merenda. Inoltre, essi tendevano a essere troppo severi o esigenti. I bambini hanno reagito in modi diversi. Alcuni sono diventati provocatori, altri apatici e alcuni mostravano frustrazione

Dall'analisi, è emerso che il controllo eccessivo dei genitori quando un bambino aveva 2 anni era associato a una regolazione emotiva e comportamentale più povera all'età di 5 anni. Viceversa, maggiore era la regolazione emotiva del bambino all'età di 5 anni, minore era la probabilità che avesse problemi emotivi o difficoltà a scuola all'età di 10 anni. Allo stesso modo, a 10 anni, i bambini con un migliore controllo degli impulsi avevano meno probabilità di sperimentare problemi emotivi e sociali e raggiungevano migliori risultati scolastici.

“I bambini che hanno sviluppato la capacità di calmarsi in modo efficace durante situazioni angoscianti e di comportarsi in modo appropriato sono riusciti ad adattarsi alle richieste sempre più difficili degli ambienti scolastici preadolescenti” ha affermato Perry. “I nostri risultati sottolineano l'importanza di educare i genitori, spesso ben intenzionati a sostenere l'autonomia dei bambini nella gestione delle sfide emotive”.

genitori iperprotettivi 2

Che fare?

Secondo gli autori dello studio, i bambini hanno bisogno di genitori sensibili ai loro bisogni, che riconoscano quando i figli sono in grado di gestire da soli una situazione e quando sia necessario guidarli nelle situazioni emotive troppo impegnative.

Ciò li aiuta a sviluppare la capacità di gestire situazioni difficili da soli durante la crescita, garantendo una migliore salute mentale e fisica, relazioni sociali più sane e successo scolastico.

Gestire le emozioni e il comportamento sono abilità fondamentali che tutti i bambini hanno bisogno di imparare e il controllo eccessivo dei genitori può limitare tali opportunità.

Genitori avvisati...

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

maschera lavera 320

Salugea

Colesterolo alto: ridurlo in soli 3 mesi naturalmente

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
banner colloqui dobbiaco
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram