Carta famiglia

In arrivo da febbraio la Carta famiglia per chi ha più di tre figli a carico. Ecco chi ha diritto di riceverla, a quali sconti dà diritto e come richiederla

Sconti sull’acquisto di beni o servizi per famiglie con almeno tre figli minori a carico e con un reddito ISEE che non superi i 30mila euro. Arriva a febbraio la Carta famiglia. Ma cos’è e come inviare la richiesta?

Da non confondere con la social card, che invece è una carta acquisti, la Carta famiglia sta per diventare realtà grazie al decreto attuativo (D.M. 20 settembre 2017) appena emanato.

Cos’è la Carta famiglia

La Carta famiglia è una vera e propria card di valenza biennale volta ad agevolare le famiglie numerose tramite sconti su beni e servizi: dagli alimentari ai medicinali, dalle bollette a soggiorni in hotel a corsi di formazione.

Istituita dalla Legge di bilancio del 2016, prevede riduzioni tariffarie su acquisti presso una serie di enti pubblici e soggetti privati aderenti all’iniziativa.

A chi è destinata la Carta famiglia

La Carta famiglia è destinata ai componenti dei nuclei familiari regolarmente residenti nel territorio italiano, con almeno tre componenti minorenni, con ISEE non superiore a 30mila euro.

Il soggetto richiedente e i beneficiari della Carta devono essere residenti nel territorio italiano al momento della richiesta. Nel caso di minori in affidamento familiare, la richiesta può essere presentata dagli affidatari per il periodo di permanenza dei minori in famiglia. Ai soli fini del rilascio della Carta, i minorenni in affidamento familiare vengono sempre conteggiati nel computo dei minorenni presenti nel nucleo familiare.

Ricapitolando, possono fare richiesta:

  • nuclei familiari con residenza in Italia al momento della presentazione dell’istanza. Anche cittadini stranieri purché regolarmente residenti sul territorio
  • presenza di almeno tre componenti minori (anche figli in affidamento familiare)
  • Isee non superiore a 30mila euro annui
carta famiglia

Come richiedere la Carta famiglia

La richiesta della Carta va fatta da uno dei genitori dei componenti minorenni appartenenti al nucleo familiare, che diventa titolare e responsabile dell’utilizzo della Carta. Gli interessati dovranno presentare una Dichiarazione Sostitutiva Unica ai fini ISEE in corso di validità al Comune dove si ha residenza anagrafica.

La Carta sarà rilasciata nel formato di tesserino cartaceo e avrò validità biennale.

Come funziona, agevolazioni ed enti che aderiscono

Con la Carta si avrà accesso a sconti sull’acquisto di beni o servizi o riduzioni tariffarie concessi dai soggetti pubblici o privati che contribuiscono all’iniziativa.

I benefici attivabili consistono in:

  • sconti applicati sull'acquisto di determinati beni e servizi
  • applicazione di condizioni particolari per la fruizione di servizi
  • riduzioni tariffarie

Enti e attività commerciali informeranno sulla propria adesione all’iniziativa esibendo un apposito bollino insieme al logo della card. Il bollino riporterà una delle due diciture:

  • Amico della famiglia”, se sono concessi sconti o riduzioni o agevolazioni pari o superiori al 5% rispetto al normale prezzo di listino o all'importo ordinario;
  • Sostenitore della famiglia”, se sono concessi sconti o riduzioni o agevolazioni pari o superiori al 20% rispetto al normale prezzo di listino o all'importo ordinario.

Leggi anche:

Germana Carillo

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram