Bonus mamme domani 2017

Bonus mamme domani 2017, ci siamo. Dal 4 maggio sarà possibile presentare la domanda per ottenere 800 euro per ogni figlio nato/adottato o affidato nel 2017.

Non solo bonus bebè e voucher baby sitter e nido. Le mamme che quest'anno avranno (o hanno avuto) un bebè, potranno usufruire anche di questo nuovo aiuto.

Ecco tutto quello che c'è da sapere prima di compilare la domanda.

1) Bonus mamme domani 2017, a chi spetta?

Ricordiamo che ad avere diritto al bonus saranno le mamme che nel 2017 avranno compiuto il 7° mese di gravidanza (inizio dell’8° mese di gravidanza), le nascite anche se antecedenti all’inizio dell’8° mese di gravidanza, l'adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983 e l'affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, comma 6, della legge 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34 della legge 184/1983.

2) Quando si può presentare la domanda per il Bonus mamme domani 2017?

Il 4 maggio 2017 è il primo giorno utile per farlo. La domanda va presentata all’INPS esclusivamente in via telematica:

  • via WEB seguendo il percorso www.inps.it >Servizi on line> servizi per il cittadino> autenticazione con il PIN dispositivo> domanda di prestazioni a sostegno del reddito> premio alla nascita;

  • chiamando il numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 da rete mobile con tariffazione a carico del chiamante;

  • tramite Patronato.

3) Come fare a sapere se la domanda è stata accolta?

Spiega l'Inps che il provvedimento di accoglimento o di rigetto della domanda è consultabile accedendo al proprio profilo dello sportello virtuale sul sito dell'Inps. Inoltre, la pre-informativa è trasmessa dall’Inps ai recapiti che il soggetto ha comunicato al momento di presentazione della domanda.

4) Come viene pagato il bonus mamme domani 2017?

Al momento della presentazione della domanda, bisognerà indicare la tipologia di pagamento tra bonifico domiciliato, accredito su conto corrente bancario o postale, libretto postale o carta prepagata con IBAN.

Precisa la circolare dell'Inps che chi sceglie l'accredito su un conto con IBAN è tenuto a presentare, anche il mod. SR163 (“Richiesta di pagamento delle prestazioni a sostegno del reddito”), salvo che tale modello non sia stato già presentato all’INPS in occasione di altre domande.

LEGGI anche: BONUS MAMME DOMANI 2017: REQUISITI E COME RICHIEDERLO

5) A cosa si ha diritto in caso di parto plurimo?

Si ha diritto a un bonus per ogni figlio. In questo caso, la domanda, se già presentata al compimento del 7° mese, dovrà presentata anche alla nascita con l’inserimento delle informazioni di tutti i minori necessarie per l’integrazione del premio già richiesto, rispetto al numero dei nati.

Francesca Mancuso

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog