Bonus mamme domani 2017

 Bonus mamme domani 2017, un nuovo aiuto alle famiglie che nel 2017 avranno un bambino o lo adotteranno. Si tratta di 800 euro che verranno assegnati alle mamme alla nascita. Ecco chi ne ha diritto e come presentare la domanda.

Insieme al bonus bebè e ai voucher baby sitter e nido, le mamme che presto avranno un bebè, potranno usufruire di un altro bonus. Spiega la circolare Inps del 27 febbraio 2017, la legge di Bilancio per il 2017 prevede che:

“A decorrere dal 1º gennaio 2017 è riconosciuto un premio alla nascita o all'adozione di minore dell'importo di 800 euro. Il premio, che non concorre alla formazione del reddito complessivo di cui all'articolo 8 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, è corrisposto dall'INPS in unica soluzione, su domanda della futura madre, al compimento del settimo mese di gravidanza o all'atto dell'adozione”.

LEGGI anche: VOUCHER BABY SITTER 2016: A CHI SPETTA E COME RICHIEDERLO

LEGGI anche: BONUS BEBÈ 2016 CONFERMATO: INFORMAZIONI UTILI E COME COME INVIARE LA RICHIESTA

Requisiti per il bonus mamme domani 2017

A usufruirne saranno le mamme che alla data del 1° gennaio 2017 hanno compiuto il settimo mese di gravidanza o che hanno partorito (parto, anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza) e alle donne che nel 2017 adotteranno un bambino o che lo avranno in affidamento preadottivo.

Bisogna essere residenti in Italia, avere cittadinanza italiana o comunitaria. Inoltre, le cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiato politico e protezione sussidiaria sono equiparate alle cittadine italiane. Le cittadine non comunitarie dovranno avere permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo oppure di una delle carte di soggiorno per familiari di cittadini UE.

Il beneficio è concesso in un’unica soluzione.

Come e quando presentare la domanda per il bonus mamme domani 2017

La domanda va presentata dopo il compimento del 7° mese di gravidanza allegando anche la certificazione sanitaria rilasciata dal medico specialista del Servizio sanitario nazionale, che attesta la data presunta del parto. Qualora la domanda del premio sia presentata dopo il parto, la madre dovrà autocertificarne nella domanda la data e le generalità del bambino.

In caso di adozione/o affidamento preadottivo, è necessario che nella domanda siano riportati gli elementi (sezione del tribunale, la data di deposito in cancelleria ed il relativo numero) che consentano all’Inps il reperimento del provvedimento presso l’Amministrazione che lo detiene.

"Con successivo messaggio saranno fornite le specifiche istruzioni per le modalità di presentazione delle domande telematiche. Sarà cura dell’Istituto divulgare, nei tempi più rapidi possibili e nel modo più ampio, anche attraverso il proprio sito internet, le istruzioni per la presentazione delle domande e le relative modalità, senza alcun pregiudizio per le aventi diritto dal 1° gennaio 2017" fa sapere l'Inps.

Francesca Mancuso

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog