aleppoday_cover

Ad Aleppo oggi nevica. La neve non possiamo fermarla, ma possiamo proteggere i bambini dal gelo distribuendo abiti caldi e coperte a uomini, donne e bambini che sono in fuga dalla città e che hanno bisogno di tutto”. L’appello di Unicef Italia si trasforma nell’Aleppo day.

Per i bambini siriani si può fare davvero poco in questo momento, se non sostenere campagne, iniziative e donazioni portate avanti da realtà consolidate che si occupano di diritti umani.

Ecco che l’Unicef risponde alla domanda di quanti chiedono: “cosa possiamo fare noi per aiutarli?”. Oggi, ad esempio, si celebra l’Aleppo day, una sorta di flashmob sui social che invita da un lato a postare video, foto e tweet da dedicare ai siriani, dall’altro ad esporre sui balconi una coperta come simbolo del calore umano.

"Bisogna rompere il muro dell’indifferenza che copre questa terribile guerra da quasi sei anni. Sarà una giornata in cui, come Unicef, cercheremo di sensibilizzare i cittadini su quanto accade in Siria e ad Aleppo, in particolare, durante la quale raccoglieremo fondi per inviare coperte e beni di prima necessità ai bambini siriani", ha detto Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia.

LEGGI anche: ECCO COME MUORE UN NEONATO IN SIRIA. LA STRAGE SENZA FINE E LE BOMBE SUGLI OSPEDALI

Per questo, alle 11 in piazza del Popolo a Roma ci sarà anche una manifestazione di solidarietà promossa sempre da Unicef.

Gesti simbolici che se uniti a quelli concreti, possono fare la differenza. È stato, infatti, attivato un numero solidale per effettuare donazioni che permetteranno di acquistare beni di prima necessità, per chi è in fuga da Aleppo.

"È possibile aiutare i bambini della Siria con donazioni tramite un sms al 45566 del valore di 2 euro se inviato da cellulari TIM, Vodafone, WIND, CoopVoce, ma si possono anche donare 2 euro con una chiamata al 45566 fatta da rete fissa Vodafone, oppure 2 o 5 euro per ciascuna chiamata effettuata al 45566 da rete fissa TIM e Infostrada. Ma è possibile anche donare coperte, dal valore di 25 (5 coperte), 50 (10 coperte) o 100 euro (20 coperte) collegandosi al sito dell'Unicef".

LEGGI anche: LA STRAGE DEI BAMBINI SIRIANI DI CUI NESSUNO PARLA


A fianco di Unicef c’è anche Terre des Hommes che in cinque anni di guerra ha fornito aiuti umanitari, protezione e assistenza psicosociale ai più di 500mila bambini, adolescenti e donne in Siria e a oltre 600mila rifugiati siriani.

LEGGI anche: SIRIA: MENTRE I GRANDI DECIDONO, I BAMBINI MUOIONO

aleppoday copia

Foto: Taher Mohammed

Dopo mesi di bombardamenti e aspri combattimenti gli abitanti di Aleppo sono stremati. Ogni famiglia ha assistito impotente alla morte di qualcuno dei suoi cari, dovuta al conflitto, ma anche all’impossibilità di avere cure mediche, cibo e assistenza durante l’assedio.

Una strage senza fine a cui non possiamo assistere impotenti.

Dominella Trunfio

 

 

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram