Frutta a scuola

Merenda a scuola: contro merendine di dubbia genuinità a Milano arriva la frutta. È il progetto sperimentale avviato già un anno fa da Milano Ristorazione in una decina di istituti e che ora diventerà una buona pratica in tutte le scuole primarie cittadine.

Così da ottobre la frutta fresca e di stagione verrà servita durante l’intervallo di metà mattinata e non più dopo il pranzo. Interessati sono i 46mila bambini di tutte le scuole primarie della città meneghina, che avranno in questo modo la possibilità di imparare a nutrirsi di cibi salutari

LEGGI anche: MENSE SCOLASTICHE: PIÙ FRUTTA, VERDURA E CIBO LOCALE. LE 4 PROPOSTE DELLA UE

Frutta a metà mattina è molto più che uno slogan, è un modello virtuoso, un caposaldo dell’educazione alimentare - afferma Gabriella Iacono, Amministratore Unico di Milano Ristorazione - e la nostra città, con la forza dei propri numeri, può e vuole essere un traino per tutto il Paese nell’introduzione di questa buona pratica in modo strutturale, per tutti, tutti i giorni”.

LEGGI anche: 10 MERENDE SANE E AUTOPRODOTTE DA PORTARE A SCUOLA

Perché sostituire la merenda acquistata dalle famiglie e consumata abitualmente a scuola anticipando a metà mattina la somministrazione della frutta prevista a fine pasto? Semplice: in questo modo si mira a migliorare l’equilibrio della giornata alimentare dei piccoli, ad abituarli al gusto, a rinforzare i comportamenti positivi e un corretto stile alimentare, favorire un maggiore consumo degli alimenti del pranzo a scuola e, non ultimo, ridurre gli sprechi alimentari.

Il consumo di frutta di stagione a metà mattina verrà introdotto per tutto l’anno scolastico 2016/2017. Ciò, si legge in una notanella speranza che, entro la fine dello stesso - come previsto - il progetto sia fatto proprio e finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole, in modo da poterlo confermare per i prossimi anni ed estendere anche alle scuole dell’infanzia”.

LEGGI anche: 8 PICCOLI CONSIGLI PER FAR APPREZZARE LE VERDURE AI BAMBINI

Consolidare le buone abitudini alimentari tra i bambini è una delle migliori cose che si possa fare a scuola ed è un valido strumento anche per facilitare lo stesso lavoro dei genitori a casa che, con l’appoggio di un sistema di refezione scolastica che investe nella salute e sul cibo sano, avranno probabilmente più chances per far comprendere ai piccoletti di casa che un frullato di frutta al posto della brioscina non è poi così male ;)

Germana Carillo

maschera lavera 320

Salugea

Colesterolo alto: ridurlo in soli 3 mesi naturalmente

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
banner colloqui dobbiaco
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram