bimbi-auto-caldo estate

Fa caldo, caldissimo, e i primi a soffrire, insieme agli anziani, sono i neonati e i bambini più piccoli. La loro ridotta superficie corporea, infatti, li rende più esposti degli adulti al rischio di un aumento eccessivo della temperatura basale (ipertermia) e a disidratazione, con possibili conseguenze dannose sul sistema cardiocircolatorio, respiratorio e neurologico, che possono causare anche la morte.

È per questo che non bisogna aspettare un attimo a prendere le dovute precauzioni con i nostri cuccioli, specialmente se si sta spesso in auto. È nell’abitacolo di una macchina, infatti, che i più piccoli soffrono ancora di più.

LEGGI anche: BAMBINI IN AUTO: PERCHÉ NEL SEGGIOLINO NON DEVONO INDOSSARE CAPPOTTI (VIDEO)

Non lasciate i bambini in macchina, nemmeno per pochi minuti e nemmeno nelle giornate più fresche. L’ipertermia, che miete vittime soprattutto tra i 0 e i 4 anni, può verificarsi anche con temperature intorno ai 22°C e il perché è presto detto: l'abitacolo può surriscaldarsi fino a superare i 40°C, anche se i valori di temperatura esterna non sono particolarmente elevati. Se poi fa molto caldo, la temperatura all’interno di un’auto può salire da 10° a 15°C ogni 15 minuti. L’ipertermia può verificarsi in soli 20 minuti e la morte può avvenire entro circa 2 ore.

LEGGI anche: CALDO E AFA: 10 REGOLE PER EVITARE IL COLPO DI CALORE NEI BAMBINI

Il ministero della Salute ha focalizzato l’attenzione, in un interessante opuscolo sui pericoli del caldo per i piccoli e ha stilato una lista di alcuni regole per prevenire incidenti, anche mortali, di ipertermia.

Come trasportare i bambini in auto col caldo estivo:

1. Se vedete un bambino solo in macchina chiamate subito il 112 (numero unico europeo per le emergenze) o il 113.

2. Se trasportate sul sedile posteriore dell’auto un bimbo un accorgimento utile può essere lasciare i propri oggetti personali (borsa, telefono...) sul sedile posteriore, vicino al piccolo, così che si è “costretti” a girare lo sguardo una volta che si deve uscire dall’abitacolo. Stessa cosa sarebbe appoggiare gli oggetti del cucciolo (pannolini, borse e biberon) sul sedile anteriore, in modo che ricordino la presenza del bambino.

3. Quando accompagnate il bambino al nido o all’asilo aggiungete un promemoria sul telefonino (oppure su carta), che possa segnalare se avete portato o meno il bambino a destinazione, come programmato.

4. Ogni volta che si verifica un cambiamento di programma nel riprendere o nell’accompagnare il bambino, comunicatelo a che è a voi più vicino

5. Chiedete alla persona che si prende normalmente cura del bambino (alle maestre dell’asilo o alla babysitter) di avvertirvi se il bambino non è stato accompagnato all’asilo o al nido, come di solito accade.

6. Installate un dispositivo di allerta, sonoro o luminoso, che si attiva quando spegnete il motore e vi allontanate senza prendere il bambino.

7. Quando in macchina non c’è nessuno, chiudete le portiere e il bagagliaio posteriore e tenete le chiavi lontano dalla portata dei bambini.

LEGGI anche: CALDO E AFA: COSA FAR MANGIARE AI BAMBINI IN ESTATE. I CONSIGLI DEI PEDIATRI

Con questi piccoli accorgimenti potreste evitare il peggio. E non pensate che a voi non capiterebbe mai.

Germana Carillo

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram