bambini poveri unicef

Un video per mostrare quanto nonostante i progressi, il mondo rimane un luogo profondamente ingiusto per i bambini più poveri e svantaggi. L’Unicef attraverso queste immagini toccanti, chiede alle Istituzioni di intraprendere azioni per sensibilizzare la popolazione mondiale sul dramma della povertà minorile.

La campagna #FightUnfair mostra, infatti, quanti pregiudizi e quanta diffidenza ci sia nei confronti dei più bisognosi. Una realtà tristemente mostrata in un video interpretato da una bambina di 6 anni, l’unica attrice dello spot.

Nella prima scena Anano è in strada, ben vestita e curata, non passano pochi minuti che i passanti si fermano a parlare con lei, a chiederle se si è persa o se ha bisogno di aiuto. La stessa situazione si ripete in un ristorante, la piccola attrice con telecamere nascoste si aggira tra i tavoli, tutti le sorridono, le offrono addirittura del denaro.

LEGGI anche: 60 MILIONI DI PERSONE A RISCHIO FAME E POVERTÀ A CAUSA DI EL NIÑO

bambini poveri 3

Anone a un certo punto però viene truccata, i suoi abiti si trasformano in quelli di una bambina povera che rivive gli stessi attimi dell’Anone ricca. Peccato però che questa volta, nessuno si ferma a parlarle, nessuno le chiede se si è persa ma viene cacciata dal ristorante e allontanata.

bambini poveri 2
 
Secondo l’Unicef a milioni di bambini viene negato qualsiasi tipo di diritti per crescere sani e forti. Entro il 2030, se non si prenderanno le giuste misure, saranno 167 milioni i bambini che vivranno in condizioni di estrema povertà.

LEGGI anche: LE SCIOCCANTI IMMAGINI CHE MOSTRANO LA DIFFERENZA TRA RICCHI E POVERI IN SUD AFRICA (FOTO E VIDEO)

LEGGI anche: SCUOLA DI STRADA: IL MAESTRO INSEGNA SUL MARCIAPIEDE AI BAMBINI POVERI DELL'INDIA (FOTO E VIDEO)

bambini poveri cover

Cosa possiamo fare noi?

Per sostenere la campagna #FightUnfair, Unicef suggerisce diverse strade.

  1. Usa la tua voce per diffondere la consapevolezza. Sui social network si possono raccontare le storie di questi bambini combattendo lo stigma della povertà. Educare chi ci sta intorno è il primo passo per contribuire a sfamare falsi miti.
  2. Usa la tua mente. Puoi inviare proposte e suggerimenti all’Unicef su cosa le Istituzioni e i cittadini dovrebbero fare per un mondo più giusto.
  3. Usa la tua energia. Puoi sostenere le organizzazioni locali che aiutano i bambini e le loro famiglie.
  4. Usa il tuo portafoglio. Puoi acquistare i tuoi prodotti da aziende che trattano i lavoratori in modo equo e sostenere le imprese locali.
  5. Usa la tua influenza di cittadino attivo. Puoi informarti su come nella tua città si sta combattendo la povertà e impegnarti nell’associazioni più vicine a te.

Dominella Trunfio

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram