vitamina D neonati

La vitamina D è una sostanza fondamentale per fissare il calcio e dunque per la salute delle ossa. È questa in prima analisi la risposta alle domande delle mamme sul perché sia così importante somministrare questo tipo di vitamina ai propri figli sin dalla nascita.

La vitamina D, infatti, rientra in quel gruppo di sostanze nutritive che sostengono la crescita e la salute delle ossa: il presupposto è proprio che è molto importante avere buone dosi di vitamina D nella fase della crescita perché è proprio in questo periodo che si gettano le basi per una giusta mineralizzazione delle ossa, con conseguenze e ripercussioni in età adulta (se carente si può incorrere in rachitismo e osteomalacia).

La funzione della vitamina D nei neonati e nei bambini, quindi, è soprattutto quella di promuovere un ottimo sviluppo delle ossa. Essa aiuta a sintetizzare quegli enzimi presenti nelle mucose preposti al trasporto attivo del calcio disponibile ed è necessaria affinché ossa e denti dei più piccoli calcifichino bene.

COME ASSUMERE LA VITAMINA D

La vitamina D è una vitamina liposolubile, per cui può essere assimilata sia con l’ingestione che con l’esposizione alla luce solare. La vitamina D si trova in molte fonti alimentari come pesce, uova, alcuni latti addizionati e olio di fegato di merluzzo. In genere, al momento delle dimissioni dall’ospedale, si prescrive al neonato un integratore specifico, da prendere per almeno i primi tre mesi di vita. È importante, quindi, che i piccoli consumino alimenti ricchi di calcio: non solo latte e latticini (su cui ci sono diversi dubbi sulla all’effettiva capacità del nostro organismo di utilizzare quel calcio), ma anche tanti alimenti vegetali come mandorle o semi di sesamo.

LEGGI anche: I 10 alimenti vegetali più ricchi di calcio

Inoltre, è ormai risaputo che sarebbe sufficiente una regolare esposizione alla luce del sole, anche di circa 10 minuti al giorno, per permettere al nostro organismo la produzione della vitamina D necessaria al suo corretto funzionamento.

Non dimenticate mai, poi, di far fare attività fisica ai vostri cuccioli e garantire loro uno stile di vita sano. Il sovrappeso e l’obesità sono nemici (anche) della vitamina D che essendo liposolubile rimane “incastrata” nei depositi di grasso non riuscendo ad arrivare agli organi che ne hanno bisogno

COSA SUCCEDE SE MANCA LA VITAMINA D

Il rachitismo e l’osteomalacia sono le classiche malattie da carenza di vitamina D, nei bambini il deficit causa il rachitismo che evolve in deformità scheletriche. Per ovviare è bene che già durante la gravidanza e poi durante l’allattamento le donne mantangano livelli adeguati di vitamina D per proteggere il bambino.

Germana Carillo

LEGGI anche:

CARENZA DI VITAMINA D NEI BAMBINI: COME PREVENIRLA E CURARLA

VITAMINA D: SINTOMI E CONSEGUENZE DI UNA CARENZA

VITAMINA D: DAL SOLE BENESSERE PER OSSA E CERVELLO 

VITAMINA D: L'IMPORTANZA DEL SOLE E I MITI DA SFATARE 

10 FONTI VEGETALI DI CALCIO 

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram